TAG | Summer trilogy capitolo 1 – Makeup essentials

Ispirate da EssieButton e dalla sua trilogia estiva, abbiamo deciso anche noi di parlare di estate – perchè sì, anche se il meteo non sempre lo dimostra, è arrivata – e non possiamo che cominciare dai nostri must makeupposi estivi.

Ci piacerebbe che anche voi vi sentiate ispirate a scrivere dei vostri prodotti essenziali del makeup, rendendo tutto ciò un vero e proprio tag 🙂

 GLI “ESSENZIALI” DI GIUDY

Processed with VSCOcam with f2 preset

L’estate è forse il mese dell’anno in cui divento più ordinaria e riduco il makeup all’essenziale: l’afa milanese non da tregua e mi costringe ad utilizzare prodotti a prova di calore estremo e sudore copioso (potete pure dirlo: bleah! ).

– Mai potrei uscire di casa senza la bb/cc cream che – oltre ad omogenizzare l’incarnato e coprire i leggeri rossori – mi offre una buona protezione solare cittadina. In questo periodo sono in fississima con la cc cream 123 Perfect di Bourjois che è leggera, abbastanza coprente e non mi ha fatto uscire un brufoletto che sia uno pur utilizzandola quotidianamente. Promossa a pieni voti e implacabilmente sul mio tavolino del makeup da quando l’ho acquistata.

– Ad elevate temperature si può rispondere solamente con un mascara che non coli e resti li dov’è tutto il giorno da mattina a sera. Dopo che l’anno scorso avevo tentato di utilizzare il mascara waterproof The Falsies di Maybelline odiandolo, quest’anno ho trovato la pace dei sensi grazie al The Colossal waterproof sempre della stessa casa cosmetica: allunga, infoltisce e soprattutto resiste davvero a qualsiasi asperità metereologica e/o patologica come avevo già detto elogiandolo nei prodotti preferiti del mese di giugno.

Sempre sulla resistenza verte anche la scelta del mio ombretto estivo. Se vi dovessi citare i paint pot di MAC mentirei perchè – mi duole dirlo – non resistono assolutamente tutto il giorno. Storia diversa invece per gli ombretti-eyeliner Colour Shock di Kiko che sono a dir poco FENOMENALI: li spalmi al mattino e ora di sera sono ancora li belli fissi, brillanti e pronti a non smuoversi neppure con lo struccante. Assolutamente una manna dal cielo per chi come me ha una palpebra oleosa che d’estate peggiora di ora in ora.

– Se  non indosso l’ombretto o se voglio dare un tocco in più allo sguardo, mi affido all’eyeliner 24/7 di Urban Decay (d’estate soprattutto amo il colore verde Siren che mi butta su punti così aggratis ogni volta che lo indosso): dura tutta la giornata senza problemi ed anche il sudore non lo scioglie. Se diffidate di questo eyeliner a causa del pennellino sottile e morbido voglio invitarvi (a casa mia pure se volete) a provarlo: basta davvero poco tempo per abituarcisi e ritenerlo a seguire uno dei migliori pennini evah.

– Dulcis in fundo le labbra che non manco mai di colorare “violentemente” in estate con colori shock, fluo, potenti che mi fanno entrare nel mood solo guardandomi allo specchio. In questo periodo mi sono innamorata della tinta per labbra della MUA nella colorazione Criminal: f.e.n.o.m.e.n.a.l.e. Non solo è molto cheap rispetto alle normali tinte (Lime Crime batti un colpo), ma dura a lungo sulle labbra ed offre uno spettacolo di opacità e colore pieno che poche altre tinte riescono ad eguagliare.

GLI “ESSENZIALI” DI SIMO

20140710_192526

Come si sul dire, “great minds think alike” 😉 😉 😉 In effetti, a vedere gli “essenziali” della socia mi rendo conto che questa Summer Trilogy peccherà un po’ di originalità. Ma onestà prima di tutto, e non avrebbe avuto molto senso parlare di prodotti che non ritengo davvero essenziali. Quindi pieghiamoci alle imposizioni “ambientali” e stagionali e vediamo di cosa non posso proprio fare a meno in estate. Iniziamo!

– Una base leggera e luminosa è il mio must. Posso rinunciare a ombretto e eyeliner (ma poi vedrete che non è proprio così), ma non posso rinunciare ad avere un incarnato perfetto. Se in inverno sono tutta per il finish matte, in estate sono decisamente per il dewy. Per ottenerla mi affido solitamente a una BB cream “spalmata” sopra una base illuminante. La BB cream che sto usando al momento (e che amo in modo assoluto e indissolubile) è quella di So’Bio etic, ma questo già lo sapete. Per rendere la pelle bella luminosa mi capita di usare come base la malefica Strobe Cream di MAC, oppure questo gel illuminante bellissimo di Tarte. Ebbene sì, lo spalmo in quantità moderata su tutto il viso, lascio asciugare e poi applico la BB, che essendo bella coprente toglie l’effetto palla da discoteca e mi lascia la pelle bella juicy e luminosa  🙂 Stroboscopica!

– Se ho voglia di mettere l’ombretto (non capita sempre..davvero, molto spesso vado di mascara e ciao) voglio qualcosa che si fissi sulla palpebra e non si muova. Lo scorso anno nella mia vita sono entrati i Color Shock di Kiko e la mia gioia nel vederli riproposti in colorazioni differenti nella collezione primaverile di quest’anno non si può davvero descrivere. Ne ho di diversi colori (in foto ne ho messi solo alcuni) e li uso sia come ombretti veri e propri o come eyeliner super colorati. Quelli chiari sono bellissimi per dare luminosità a tutta la palpebra, mentre quelli più “colorati” perdono un po’ di pigmentazione se sfumati, quindi li applico solo sulla palpebra mobile, sfumando poi un colore neutro nella piega e finisco il tutto con una bella riga di eyeliner. Look da pinup e ombretto perfetto tutto il giorno, a prova di pisolino pomeridiano. Ma avranno un difetto questi elisir di lunga vita vi starete chiedendo. Ebbene sì: sti affari non si levano dai pennelli. Quindi, consiglio numero uno, trovate un pennello a cui non volete particolarmente bene e usate sempre quello per applicarli (io ho acquistato i pennelli doppi che li accompagnavano in entrambe le collezioni e devo dire che, soprattutto quello dello scorso anno, molto rigido, è perfetto per l’applicazione sulla palpebra), e poi..lavate immediatamente il pennello…oppure usate le dita e via 😉

– Si diceva eyeliner. Forse proprio perché riduco la complessità del trucco occhi, sento il bisogno di una riga di eyeliner per rendere lo sguardo un po’ meno perso dietro la montatura degli occhiali. Il mio eyeliner del cuore è il gel liner di Maybelline e sì, lo applico con il pennellino a lingua di gatto in dotazione e lo adoro. Un classico!

– E sulle guance? Difendo strenuamente il mio pallore anche in estate, ma mai e poi mai potrei rinunciare al blush! In estate prediligo delle tonalità calde e aranciate. Il mio grande amore è Bombay di Neve Cosmetics, ma anche il nuovissimo Flame Tree o Magic Potion finiscono spessissimo sul mio viso.

– E dulcis in fundo, i rossetti! Ebbene sì, posso uscire di casa…anzi, spesso esco di casa, indossando solo BB cream, mascara e un meraviglioso rossetto vivido e vibrante! Che sia matte – come i miei adorati Candy Yum Yum e Relentlessly Red di MAC che sia cremoso – come i Vivids di Maybelline – il comune denominatore deve essere il colore “in your face”. Voglio colore, pieno, intenso, ai confini del fluo. Cosa faremmo senza rossetti? 😉

Annunci

15 thoughts on “TAG | Summer trilogy capitolo 1 – Makeup essentials

  1. I Colour Shock di Kiko sono fantastici, sto usando tantissimo il mio in queste settimane. Per non parlare dei rossetti accesi: Relentlessly Red è anche tra i miei preferiti insieme al Flat Out Fabulous!=)

  2. wow ma veramente? pensare che io mi danno per aver ceduto alla tentazione di comprare gli ombretti kiko in pot, ne ho uno e mi fa davvero tribolare… :-/ se non fosse per il fatto che hai già il color verde ti donerei volentieri il mio!

    • Noooooooooo perchè non lo utilizzi? Io lo trovo favolossso: dura davvero tuuuuutta la giornata. Certo, come dice anche Simo, macchia i pennelli che è una meraviglia ma è anche facilmente sfumabile coi polpastrelli.
      *Giudy*

      • io ho constatato che o lo applico in quantità industriali tipo malta oppure non appena inizio a spalmarlo col povero pennello inizia a perdere tutto il suo effetto metallico … si asciuga in un’eternità e cola un pò ovunque… 😦

      • Ma guarda, io ho due tecniche di applicazione di questi ombretti. La prima per avere il colore sfumato e luminoso e di solito la uso con i colori neutri, tipo il rosa-oro, il rosa chiarissimo, il beigiolino lime etc. Con questi ombretti qui vado di polpastrelli e cerco di sfumarli su palpebra mobile e palpebra superiore in piccolissime quantità. Invece, quando voglio avere il colore brillante e vibrante e pieno rinuncio alla sfumatura e concentro il colore solo e soltanto sulla palpebra mobile. Per fare questa cosa serve un pennello piatto e durissimo (io mi trovo da re con il pennello della collezione Fierce Spirit che secondo me era mooooolto meglio di quello proposto quest’anno per applicare questo genere di ombretti). Anche qui la tecnica è semplice: prelevo il prodotto e lo applico, questa volta senza sfumare, ma, come dici tu, tipo malta, sulla palpebra mobile stando attenta a non oltrepassare la piega o a uscire verso l’esterno. Una volta applicato, con un pennello da piega e un marroncino medio, dò dimensione al trucco, e infine, bella riga di eyeliner nero. L’effetto è molto carino e mi piace davvero tanto..e soprattutto preserva la luminosità e il finish metallico di questi ombretti. Infine, l’altra applicazione è quella a mo’ di eyeliner.
        Cmq io ti consiglio di recuperare un pennellaccio piatto e bello rigido (tipo un pennello da sopracciglia), o il alternativa un pennello più morbido, ma piatto, a lingua di gatto o similare: niente roba fluffosa e arrotondata e non cercare di sfumare. Ho visto gente che realizza look bellissimi sfumando questi ombretti, ma io non ci sono mai riuscita e in the end, usando queste 3 semplici tecniche, sto usando al massimo questi ombretti che sono la salvezza in queste giornate afose 😉

  3. gina ma la so bio è meglio della erborian? io sto sempre usando quella… costa più o meno? anche quella da sephora?? sai che sei la mia bb cream guru ^_^

    • Oh mamma, io so che con te devo mettere le mani avanti e quindi lo faccio 😉 Non sono la stessa cosa. La Erborian è una crema fluida, leggera, si fonde velocissimamente con la pelle. La So’Bio è una crema dalla consistenza quasi moussosa-cremosa, la coprenza (almeno di quella “normale”, esistono poi la versione “leggera” e le altre versioni latte d’asina etc) è davvero molto alta – e per questo la adoro – , deve essere spalmata a dovere, e lascia la pelle luminosa ma non lucida. Io la preferisco per diversi motivi: 1) la coprenza elevata, quando la metto non ho bisogno di correttore!; 2) non contiene siliconi; 3) il colore, nella tinta più chiara, è di un rosa neutro, nè troppo caldo, nè troppo freddo, e mi sembra ingrigisca meno la pelle (io usavo la erborian classica ed era un rosa freddo un filo grigino); 4) il finish bello luminoso, ma non lucido; 5) il costo decisamente inferiore. Sono uguali, almeno su di me per durata ed entrambe richiedono un filo di cipria per fissare meglio la zona T. Cosa non mi piace? 1) SPF troppo basso, un misero 10; 2) per l’estate è forse un po’ troppo “corposa” (infatti mi sono presa la CC da provare perché dicono sia meno densa e più fluida); 3) se hai zone screpolate o particolarmente secche con pellicine evidenti, il fatto che sia molto coprente tende a mettere in evidenza il problema.
      Cioddetto, dipende tanto da cosa cerchi da una BB. Io uso la BB come fondotinta, quindi sotto ci applico cmq siero e crema idratante. Per me è un fondotinta “comodo” che si applica velocemente con le dita, è meno “impegnativo” di un fondo. Ho provato a usarla anche senza creme sotto e nonostante la mia pelle sia un po’ secca, non ho avuto sensazione di pelle che tira etc.
      Io la preferisco a Erborian, ma se me ne fregassi di coprenza e inci, Erborian sarebbe di sicuro la mia scelta e lo sai 😉

      • eheh! interessantissimo! grazie della spiegazione dettagliata… a settembre, e cmq quando avrò finito questo ennesimo tubetto di erborian, la proverò!

  4. I miei essenziali assomigliano mooolto di più ai tuoi, non ho grande voglia di truccarmi e se lo faccio, solo di sera visto che tanto non resiste nulla e mi sento una maschera sul viso! Sono andata a vedere l’eyeliner verde siren… mamma mia che figo :0

  5. Pingback: Summer trilogy capitolo 2 – Skincare essentials | Big Dreams on a Budget

  6. Pingback: Top 5 Rossetti Estate | Big Dreams on a Budget

  7. Pingback: EXTERMINATE! Empties Maggio 2015 | Big Dreams on a Budget

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...