Acqua, sapone e qualche piccolissimo extra | Morning routine

BUONGIORNO SIMO

20140918_113757

Mission impossible: svegliarsi al mattino. Non sono mattiniera. No, non sono vivace e allegra come “Cenerella” e quando la mia sveglia suona, simulando il canto degli uccellini, invece che dolci note, escono grugniti dalla mia bocca, accompagnati dall’immancabile “non è possibile, di già?“.

Ora, quando una si alza che pare Shrek, con la stessa carica di grumpytudine e con la stessa faccia gonfia, la missione impossibile diventa una sola: riuscire ad apparire umani in tempo breve decente.

Per quanto mi riguarda, il buongiorno si vede dalla tazza di tè con cui bevo e se ho poco tempo è la mia mug Ikea con tanto di tè in bustina. Questo per me è un pessimo risveglio.
Quando non ho impegni/appuntamenti presto in ufficio, posso invece dedicarmi al rituale più complesso che prevede tè in foglia, teiera e una bellissima tazza di porcellana. In questo secondo caso, anche l’operazione montaggio dell’impalcatura sarà molto più semplice 😉

Dopo colazione, mi sento pronta per passare finalmente al lavaggio di denti e viso. Una mousse o un gel rinfrescante come quello delicato alla rosa di Omnia Botanica riescono a farmi fare pace con il mondo. Mi basta una piccolissima quantità sul mio fake-reo (la ormai citatissima spugnetta in silicone di Sephora per avere subito la pelle liscia e morbida. Inoltre l’odore della rosa mi avvolge e mi infonde dolcezza. Bye bye Shrek, welcome Cinderella 😉

Subito dopo è il momento del tonico e per evitare che la iper-calcarea acqua milanese vanifichi l’operato del gel do una bella spruzzata di tonico, anche questo alla rosa ma di So’Bio, è l’ideale. Una volta che la pelle si è re-idratata, passo al siero. Come di sera, anche al mattino utilizzo il siero rigenerante di Biofficina Toscana ma ne erogo solo 2 gocce (anziché le 4 serali) per far sì che la pelle non si “ingrassi” troppo.
L’idratazione continua poi con una buona crema/trattamento, mi sta piacendo moltissimo questa crema “riparatrice” al mirtillo di Yes to… Blueberries che ha proprietà antiossidanti, si assorbe velocemente ma mantiene la pelle idratata a lungo. Sugli occhi metto poi il mio fedele contorno occhi levigante alla rosa di Weleda.

Tocco finale, le labbra. Anche in questo caso la pomata per labbra di Hauscka è il mio fido compagno, tuttavia, quando le mie labbra sono davvero tanto secche, la “rinforzo” sovrapponendole un filo di burrocacao Eos (buonissimo quello al lampone che sto usando ora!).

Finita questa operazione sono pronta per il makeup! Se posso, cerco di far passare almeno una 20 di minuti prima di truccarmi, in modo che le creme si assorbano adeguatamente e la pelle si riequilibri. Questi minuti possono fare la differenza. Ovviamente non sempre ho tutto questo tempo a disposizione, ma cerco sempre di ricavarmi una piccola pausa prima della fase restauro (sì, passo lo Swiffer, perché sono una casalinga disperata in fin dei conti XD ).

BUONGIORNO GIUDY

Processed with VSCOcam with f2 preset

Cose fondamentali da fare al mattino:
1) cibare il gatto che miagola da quando apro gli occhi;
2) bere una tazza di thè (a proposito, non trovate sia adorabilissima la mia grumpy mug diy???) mangiucchiando fette biscottate & Nutella nei giorni migliori o semplici cereali negli altri giorni;
3) preparare la mia pelle alla giornata che verrà.

Lo so che sarete interessatissimi a conoscere quale marca di croccantini mangia Hiro (i k/d della Hill’s) e che thè sto bevendo in questo periodo (Thè des Lords del Palais de Thés) MA ho invece prepotentemente deciso che vi parlerò della mia routine quotidiana pre-makeup ovvero tutto quello che succede all’interno del mio bagno dalle ore 7.07 alle ore 7.13.

7.07 Mi lancio sul viso dell’acqua fredda: solo lei è in grado di farmi aprire gli occhi al mattino.

7.07 – 7.09 Deposito un pump della Mousse Nettoyant di Cattier sul mio bellissimo Foreo Luna rosa ed inizio così a detergermi il viso insistendo sulle aree più problematiche ovvero fronte, naso e mento. Dopo averlo passato ovunque, risciacquo nuovamente il viso – che risulta essere immediatamente più morbido al tatto – e tampono gentilmente con un asciugamano.

7.10 Mi schiaffo in faccia la crema del momento (la citatissima Clarimatte di REN che riesce a tenermi sotto controllo la zona T pur idratando l’epidermide) e picchietto il contorno occhi (Active 7  sempre di REN) tirato fuori direttamente dal… frigorifero. Il motivo? L’effetto lifting è immediato e da sollievo alla zona in un batter d’occhio . Provateci 😉 !

7.11 – 7.12 Con crema viso e contorno occhi ancora fresche, attivo nuovamente il Foreo Luna ma stavolta nella modalità “massaggio antiage” e mi dedico a 2 minuti di totale relax in cui passo questo dispositivo vibrante su tutto viso e soprattutto sulle rughettine ai lati dell’occhio, quelle naso-labiali e quella della fronte (che io e le mie amiche chiamiamo a buona ragione “ruga del disappunto” xD )

7.13 Dopo essermi lavata i denti (altro passaggio mattutino fondamentale), compio con il dito indice un micro massaggio alle labbra utilizzando la Crema Labbra Riparatrice Golosa di Biofficina Toscana. Con questo rapido passaggio non solo idrato al meglio le labbra ma le preparo anche al rossetto che metterò, infatti questa pomata che non è assolutamente un primer (ciao siliconi ciao) trovo sia perfetta come base in quanto ha quasi un effetto tensore che facilita il compito di stesura.

Dopo questi veloci passaggi ormai meccanici, il resto è caos ovvero devo ancora decidere cosa indossare, come truccarmi, come pettinarmi e riuscire a varcare la soglia di casa per le 8.10.
Ogni mattina una gazzella si sveglia e sa che ci sarà una beauty addict che si è svegliata mezz’ora prima di lei per riuscire a fare una riga di eyeliner precisa.

via Gh0stparties

via Gh0stparties

Annunci

7 thoughts on “Acqua, sapone e qualche piccolissimo extra | Morning routine

    • Foffy, alla fine l’ho preso online sul sito di Omnia Botanica perché non ho Esselunga fornite in quel senso vicino a casa 😉 Il profumo di quel detergente è davvero paradisiaco (se ami l’odore della rosa, chiaramente!)

  1. Pingback: Vuoti a perdere – Empties Ottobre | Big Dreams on a Budget

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...