Vuoti a perdere – Empties Ottobre

 PRODOTTI TERMINATI GIUDY

Ogni mese mi domando come sia possibile che io termini così tanti prodotti. Di giorno in giorno quasi non me ne rendo conto dell’abbassarsi del loro livello eppoi *sbam* eccoli inesorabilmente spostati nel mio secchio degli Empties.

Processed with VSCOcam with f2 preset

– Se c’è un prodotto che mi mancherà davvero molto, questo è lo struccante bifasico di Le Petit Olivier: delicatissimo, struccantissimo e per di più bio (di più nin zo). Devo ammettere che ha scalzato dalla mia top struccanti anche quello Nivea forse grazie al suo leggero profumo di mela verde o perchè ne basta poco poco sul dischetto per struccare velocissimamente anche i trucchi più pesti e waterproof.
Spero di poter ritornare a breve in lidi francofoni per acquistarne ancora (e magari spulciare meglio l’intera linea).

– Prima della mia poco più sopra piacevole scoperta, ho terminato il mio solito struccante bifasico Nivea che confermo essere ottimo sia per la sua proprietà struccante che per il prezzo. Se proprio dovessi trovargli una pecca, direi che il suo foro di apertura concede uno spreco di prodotto che me lo fa terminare in un battibaleno.

– Nonostante la crema Soin de Jour Hydratant di Cattier venga etichettata come ‘crema da giorno’, sulla mia pelle (mista) si è rivelata essere fin troppo pesante in ore diurne tanto da doverla relegare a crema da notte e scoprendola così idratante al punto giusto e ad assorbimento ultra rapido.

– Nel mese passato ho terminato un’altro mini-size della crema Clarimatte di REN: cosa posso dire di più rispetto al passato? Ammetto che, nonostante lo ami profondamente, era giunta la sua ora ovvero la trovo un’ottima crema da giorno adattissima alle pelli miste/grasse nella stagione primaverile/estiva mentre con l’arrivo dell’autunno stavo iniziando ad avvertire la necessità di più idratazione.

– Non avevo mai utilizzato la maschera di Lush Mascherita Piperita ma debbo dire che questo piccolo sample non mi ha impressionata particolarmente dal momento che mi son tenuta le mie belle lucidità e punti neri. Ditemi voi: devo darle una seconda possibilità?

– Purtroppo ho una macchia sul viso 😦 e me le invento tutte pur di farla andare via, anche provare questa maschera monouso sbiancante di Montagne Jeunesse. La maschera – utilizzata su tutto il viso per 2/3 applicazioni – non ha risolto ovviamente il problema ma posso dire che ho notato un aumento della luminosità della pelle. Sicuramente da riprovare.

– Da tempo sentivo parlare dell’eyeliner in penna di Maybelline Master Precise che ho acquistato grazie a degli sconti da favola su Feelunique per meno di 5 euro. Non ho trovato il prodotto malvagio anche se siamo lontani anni luce da Eyeko ad esempio (ovvero il mio eyeliner in penna preferito evah), la punta della penna è scorrevole ed è semplice utilizzarla per un tratto sottile ma purtroppo il prodotto non è nerissimo indi va ripassato una seconda volta. Buona la durata anche se ha la tendenza a stamparsi sulla palpebra superiore dopo qualche ora.

– Ciglia sfigatelle in cerca del mascara perfetto rassegnatevi: neppure il mascara Lashblast Volume di Cover Girl – così lodato dalle youtubbers americane – è riuscito nell’impresa.
Inizialmente questo mascara non mi è piaciuto per nulla: decisamente troppo liquido. Solo dopo qualche applicazione (e settimana di apertura del prodotto) si è finalmente solidificato un poco ed è diventato della giusta consistenza per riuscire a dare un po’ più di definizione all’occhio. Decisamente un niente di che.

– Ennesimo mascara colorato Kiko che – acquistato con la classica promo a 3.90 euro ed utilizzato forse due volte – si è inesorabilmente seccato in solitaria. Ormai ci ho fatto il callo e, nonostante questo blu sia uno dei più scriventi, non ripeterò l’acquisto.

– Dopo millenni ho finalmente terminato la cipria Cannes di Neve Cosmetics. A vederla nella sua confezione sembra quasi aver uno sbrilluccichio spaventoso MA vi invito ad utilizzarla: sul viso dona semplicemente un effetto luminoso (quindi statene lontani voi dalla pelle oleosa) e sul contorno occhi fissa il correttore senza appesantire lo sguardo. Prima di acquistarla nuovamente voglio sbizzarrirmi un po’ con altre ciprie.

Processed with VSCOcam with f2 preset

– Profumatissimo e delicato sulla pelle, il bagnoschiuma alla lavanda di Kneipp ha svolto egregiamente il suo ruolo.

– Finalmente terminata la crema corpo all’aloe di Omnia Botanica: perfetta per le scottature estive (in questo ruolo dà il suo meglio) ed ottima anche come terapia post ceretta. L’Aloe ci invaderà tutti.

– Io e la mia ossessione con la lavanda (prima o poi ci farò un post) mi hanno condotto al buonissimo olio da massaggio alla lavanda di Erba Vita: profumo meraviglioso (un misto lavanda e lime) e ottimo da spalmarsi addosso prima di andarsene a nanna.

– Delusione per lo scrub corpo all’argan di Lovea: d’accordo che è un prodotto cheap ma il suo potere scrubbante è davvero nullo (ha pochi granuli grossi e il resto è solo gel) e forse proprio per questo motivo l’ho terminato in pochissimo tempo dal momento che ne dovevo applicare molto. Bocciato.

– Terminato un altro prodotto assai amato e spremuto sino in fondo ovvero la maschera capelli Nutrizione Extra di So’Bio Etic. Per lei solo amore infinito: nutre a fondo i capelli ristrutturandoli e salvandoli dal diventare pagliericcio. Forse la migliore maschera per capelli mai provata e sicuramente una di quelle che mi ha dato risultati evidenti sin dalla prima applicazione.

– Siete delusi dalla mancanza del solito burro corpo TBS trai terminati del mese nè? Ecco il “sostituto” terminato ovvero il body soufflè all’argan di Dr.Organic. Questo prodotto è un po’ pastoso da stendere e bisogna lavorarlo bene (non capisco la sua dicitura “soufflè” quando assomiglia più ad un burro :/ ) ma dà ottimi risultati: pelle morbidissima a lungo e bella liscia.
Vi informo che questa linea è finalmente approdata su Eccoverde (hurrà!) ma i prezzi sono altini 😦 indi temo ricadrò ancora sul classico burro The Body Shop.

– Utilizzato fino in fondo anche un mini size di olio trattante Betulla e Arnica di Dr. Hauschka: ottimo profumo, molto morbido sulla pelle e facile da massaggiare. Wishlistato immediatamente per il futuro.

– Ho potuto provare per una sola applicazione (questo il contenuto circa di un campioncino) il Fluido Corpo al Miele di Biofficina Toscana e devo dire che l’ho trovato molto fluido (maddai xD ) e morbido sulla pelle. Sicuramente più adatto ad un periodo estivo in cui la pelle richiede minor idratazione.

– Sempre grazie ad un campioncino ho potuto provare inoltre la crema seno effetto lifting Cell-Plus Up di Bios Line ma – cheddire? – nella durata di 2/3 applicazioni non si son viste gravitazioni extra sensoriali. Ovviamente per un  prodotto del genere serve costanza.

 PRODOTTI TERMINATI SIMO

20141103_103426

E dopo la sfilza interminabile di prodotti terminati dalla socia (applausi a scena aperta), ecco la mia lista miserella. Vi chiedo perdono per le foto: sono una blogger così brava e affidabile che ho sventrato l’involucro per recuperare quel poco prodotto che vi restava prima di fotografare la confezione. Brucerò nell’inferno di chi prova a fare un lavoro per cui non è tagliato. Well, vediamo un po’ cosa sono riuscita a terminare nel mese di ottobre.

Balsamo Phytobaume Volume di Phyto. Io amo quasi tutti i prodotti Phyto ma i balsami sono proprio qualcosa su un altro livello (tranne il Phyto Citrus che mi fa schifo sempre e comunque). Questo balsamo volumizzante si è rivelato all’altezza di tutte le mie aspettative (molto alte): districa i capelli, li lascia leggeri e voluminosi, belli lucidi… e agisce in pochi secondi. Tutti i balsami Phyto infatti non vanno lasciati in posa ma vanno solo applicati, massaggiati, sciaquati e l’effetto WOW è assicurato. Davvero un ottimo balsamo che vale ogni euro che mi è costato (circa 11 con una promozione, ma di solito il prezzo è attorno ai 13 euro). Grazie a questo prodotto ho scoperto il mio amore per i prodotti volumizzanti che, quando hai i capelli crespi e sottili che tendono ad annodarsi tra di loro e a qualsiasi oggetto che incontrano, sono la salvezza. Assolutamente da riprendere.

– Sempre in tema capelli, un altro prodotto che ho scoperto e terminato nel mese di ottobre è lo shampoo secco Batiste. Quello che ho terminato era una minisize della profumazione Blush, definita Floral and Flirty. Ora, prendiamoci qualche secondo per ammirare la bellezza di queste confezioni colorate, ioo solo per quelle li prenderei tutti (e in effetti ne ho fatta scorta da Boots in aeroporto a Edinburgo correndo il rischio di sembrare una che non si lava i capelli, ma whatev). Ad ogni modo, non ho mai provato altri shampoo secchi quindi non so bene fare un paragone ma vi assicuro che questo è una bomba. Per chi – come me – non aveva/ha mai fatto esperienza di questo genere di prodotti vi dico che l’utilizzo è semplicissimo: si pettinano i capelli, si vaporizza una quantità (abbondante) di questo shampoo direttamente sulla cute, si massaggia ed infine si ri-pettina la chioma. Quando questo prodotto mi è tornato utile? Quando sono dovuta uscire all’ultimo e non ho avuto tempo per farmi doccia e capelli (ed uscire con la testa in quelle condizioni non era umanamente accettabile) o anche quando i capelli iniziano a perdere volume ed urge ravvivarli e restituire loro freschezza e volume. Insomma, questo shampoo è un ottimo prodotto di “emergenza” per quando si ha poco tempo o, come spesso mi accade, una cervicale infiammata che vi fan male persino le dita dei piedi e bagnare la testa non è raccomandabile. Poi ovviamente niente sostituisce acqua e shampoo ma per una serata all’ultimo, o 10 minuti in più di sonno, questo cosino è la salvezza 🙂

– Io non dico più nulla della BB cream di So’Bio ma per me è la miglior cosa che mi sia mai messa in faccia: non contiene siliconi e parabeni, copre perfettamente, dura tantissimo e il colore rosato è perfetto per il mio sottotono. Se devo trovarle due contro (ma giusto due, di più non ne trovo), devo dire che (a) va massaggiata molto bene con le mani: non è facilissima da stendere e ne serve pochissima; (b) non è abbastanza idratante se usata da sola quindi io la utilizzo sempre con sotto il mio idratante quotidiano. Per il resto è top. Ne ho già comprata una non appena ho temuto stesse per finire anche se in realtà mi è durata ancora mesi xD ! Contate che ho iniziato ad usarla a metà aprile e l’ho finita in questi giorni utilizzandola praticamente ogni giorno!!!

– Infine il contorno occhi alla Rosa di Omnia Botanica che si è rivelato essere un buon prodotto ma niente di eccezionale: idrata, è delicatissimo, ha un profumo tenue e gradevole ma è anche piuttosto grasso (quindi non ideale per il giorno come base trucco). Insomma, se volete un idratante delicato va benissimo (visto anche il costo molto contenuto di circa 8-9 euro) ma se avete necessità di un trattamento un po’ più sostenuto, cercate altro.
Io non penso di ricomprarla perché non più adatta alla mia tipologia di pelle (perché sono vecchia, ecco 😀 ), ma lo trovo comunque un prodotto valido e ben fatto.

Annunci

6 thoughts on “Vuoti a perdere – Empties Ottobre

  1. Mi hai fermato dal comprare lo scrub della Lovea: amo gli scrub molto decisi e questo non fa proprio per me

  2. Giudy, hai allungato la mia wishlist di creme corpo in modoindegno xD soprattutto con il fluido di biofficina toscana e con il soufflè (O.o) di dr organic xD
    Simo, anche io sono parecchio in difficoltà nello stendere quella bb cream, per ora riesco solo con un pennello ç.ç

  3. Pingback: Most played Novembre | Big Dreams on a Budget

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...