Caro sono pronta in 5 minuti (o forse 10)

Quante di noi hanno ripetuto la fatidica frase “caro – ma sostituite pure con mamma, amica X e via dicendo – sono pronta in 5 minuti”?
Timer alla mano, ci siamo cronometrate per scoprire se sono davvero cinque i minuti di cui abbiamo bisogno per uscire di casa truccate in maniera decente (per la skincare, signori miei, è un altro discorso ed un’altra tempistica).

I “5 MINUTI” DI SIMO

20141209_103842

I miei 5 minuti sono decisamente 10. Ma sono molto fiera di me e di tutto quello che riesco a fare in questo tempo così risicato.

Facciamo una digressione. Quando ho detto al mio moroso che avrei scritto questo post, mi è letteralmente scoppiato a ridere in faccia. Quando si è calmato mi ha detto laconicamente “proprio tu”. E’ vero, spesso i miei 10 minuti sono 30. Per questo motivo mi sono trovata determinata più che mai a creare un look semplice ma completo, cercando di stare sotto i 10 minuti. Ci sarò mai riuscita?

1. La base è lo step più importante per me: soprattutto se non ho tempo di stare a “trafficare” troppo con il make-up, voglio un viso che sembri perfetto. Quando ho poco tempo il mio primo strato è formato dalla BB cream o CC cream di turno e come ormai saprete in questi mesi sto provando la CC Cream di So’Bio Etic che è leggera e luminosa, con una coprenza media e perfetta per uniformare l’incarnato.
Il secondo – irrinunciabile! – step, soprattutto al mattino, è il correttore. Grazie al cielo non ho quasi mai occhiaie evidenti e/o gonfiori sotto gli occhi quindi posso sfoderare il mio correttore magico ovvero il Correcteur Perfection di Chanel (nella tonalità 01 Beige Clair) che mi basta stenderlo sotto gli occhi, ai lati del naso e sulle eventuali imperfezioni e picchiettarlo bene con le dita. E’ magico! Lascia la pelle luminosa, liscia e levigata anche se ha una coprenza discreta, cosa però perfetta per me.
Per eliminare eventuali eccessi di prodotto, tampono poi velocemente la mia spugnetta simil-beautyblend di Kiko prima del tocco finale ovvero la cipria. Ultimamente sto alternando la Mineral Boost di Elf con il fondotinta in polvere compatto di Neve Cosmetics Flat Perfection (per me in Light Rose). Scelgo quest’ultimo soprattutto nei giorni in cui voglio un filo in più di coprenza… tipo oggi (mannaggia al weekend e alla gita allo spaccio della Lindt!).
Tutto questo, cronometro alla mano mi ha portato via ben 4 minuti e 38 secondi!!! Addio trucco completo sotto i 5 minuti 😦

2. Se sulla base non transigo, per gli occhi solitamente faccio molte eccezioni. Porto gli occhiali, quindi quello che mi interessa è non far apparire i miei occhi minuscoli e dar loro un po’ di definizione. Il mio go-to è sempre il paint pot Painterly di Mac steso su tutta la palpebra a fare sia da ombretto che da primer. Perfect. Per definire la piega e dare luminosità allo sguardo, sto usando spessissimo una vecchia palettina Inglot che mi ero composta anni fa (era il lontano 2011) a NYC, durante una vacanza con la socia. Il colore taupe-fango (non chiedetemi il numero please, ho le unghie laccate di rosso e non posso permettermi di sollevare cialdine) è perfetto nella piega, mentre il rosa perlato (simil-Sin di UD) dà luce all’angolo interno dell’occhio e alla palpebra mobile. Per finire, basta delineare velocemente l’angolo esterno dell’occhio con una matita nera (perfetta la Bombay Black di Nabla), dare tanto tanto tanto mascara (sto ancora usando il One-By-One di Maybelline) e – tocco finalissimo – stendere una matita luminosa nella rima interna nell’occhio ma niente color burro o carne, la mia preferita resta sempre Beryl di Chanel (purtroppo una L.E. … grazie Queen Lisa per avermela fatta prendere in tempo!).
Quanto ci avrò messo? 4 minuti e 20 secondi!!! OMG!!! Necessario muoversi!!!

3. Dare colore alle gote è uno step fondamentale per me, ma visto il poco tempo, mi serve qualcosa che sia d’effetto e facile da sfumare e Natural Beauty di Tarte è la risposta: guanciotte sane sane in appena…18 secondi!!! Wow!!!!

4. Ed ecco qui la vera sfida. Il rossetto. Con un look così non posso permettermi un rossetto smorto ma ovviamente non c’è tempo per stendere un matte scuro e utilizzare un matitone sarebbe troppo facile quindi… Runaway Red di Mac (altra L.E., sob!) è sempre la risposta esatta: è un satin, si stende che è una meraviglia (pure senza matita), è rosso e rende le labbra perfette. Lo proviamo? 35 secondi! Mi sento una dea 😉

9 minuti e 51 secondi girls, come direbbe Leslie Knope, “We are freaking awesome!

I “5 MINUTI” DI GIUDY

Processed with VSCOcam with f2 presetC’è stato un tempo in cui impiegavo anche 20 minuti a truccarmi. C’è stato un tempo. Con l’arrivo dell’autunno, di mattina la voglia di abbandonare il mio piumottolo è pari a quella di sfidare il centro città nel sabato pomeriggio prima di Natale: sotto lo zero!
Ma non tutto è perduto quando ci si può truccare in 5 minuti (o quasi) sembrando pure una persona normale. Come?

1. Inizio con la base ovviamente perchè voglio avere una pelle omogenea e fresca (ahahaha) ovvero mi schiaffo in faccia il mio holy grail anche detto la cc cream 123 Perfect di Bourjois; per stenderla in maniera rapida ed omogenea senza l’effetto striatura, mi affido alla spugnetta di Real Techniques che fa decisamente bene il suo lavoro.
Dopo la base mi concentro sulle occhiaie: bacchetta magica, correttore Anti Age di Maybelline, un pizzico di illuminante Prep+Prime rosato Radiant Rose di Mac e… eccomi presentabile: goodbye zombie Giudy!
Termino l’operazione pelle perfetta spargendo un po’ di cipria Hollywood (Neve Cosmetics) su tutto il viso e di cipria Studio High Definition Undereye (ELF) sulla zona perioculare per fissare i correttori.

2. Sopracciglia perfette in 3-2-1 con il brow gel di Nars nella colorazionione Kinshasa che riempie, pettina e colora le sopracciglia in pochissimi secondi.

3. L’orologia tic-tocca ma non si possono lasciare gli occhi spenti e non truccati: matitone Kiko dalla doppia punta nude/prugna (che ho dimenticato – genio! – di fotografare) col quale riesco a definire ed allo stesso tempo ingrandire l’occhio, piegaciglia (mi spiace ma per me è uno step fondamentale) e infine un paio di abbondanti passate del primo mascara che ho sottomano tipo il nuovo False Lashes di MAC nella colorazione Artificial Aubergine, un bellissimo prugna molto discreto.

4. Vogliamo davvero uscire di casa senza un pizzico di blush? Il mio colorito cadaverico impone almeno un pizzico di colore artificiale: agguanto il primo prodotto davanti a me – che in questo caso è il Natural Powder Blush di Benecos nella tonalità Sassy Salmon – e me lo getto sulle gote dopo aver fatto un minimo di contouring col solito blush di NYX in Taupe.
Dato che il tempo è sì tiranno ma voglio evitare di uscire di casa assomigliando alla sorella di Heidi, tampono le gote con la spugnetta RT precedentemente utilizzata per il fondotinta: in questo modo non solo fondo blush e fondo, ma soprattutto ‘ridimensiono’ le antiestetiche guanciotte da montanara.

5. Passo finale: rossetto! Con il Bianconiglio ad inseguirmi non posso che darmi ad un matitone colorato grazie al quale riesco sia a contornare le labbra che riempirle. Uno dei miei preferiti quando il tempo (s)corre è Luxembourg di Nars: veloce, bello colorato e ad alta tenuta.

…E ora vediamo se ho passato il test dei 5 minuti.
Voi che dite?
*rullo di tamburi*

Screenshot_2014-12-08-13-07-06

Ok ok ok ho superato i 5 minuti ma sono decisamente in zona podio 😛

Il cronometro è pronto a ticchettare… chi è pronto a raccogliere il guanto di sfida?

Annunci

17 thoughts on “Caro sono pronta in 5 minuti (o forse 10)

  1. Ma che post interessante!! Devo assolutamente provarci!
    Io perdo anche tanto tempo a decidere cosa usare, ma quello lo tolgo dall’equazione, ok? 😛

  2. Io non ci riesco proprio a truccarmi in 5 minuti, a meno di non saltare uno step (tipo la base o gli occhi), non riesco a fare un trucco completo accettabile ecco XD

    • Ma nooooooooo orsu’ devi pensare che qualcuno ti punti una pistola alle tempie xD
      Drammaticità a parte, io spesso alla mattina sono praticamente incosciente e preferisco dormire quei 5 minuti in più :/ lo so… è l’anzianità che avanza!
      *Giudy*

  3. Che ma che carino questo post…mi è piaciuto tantissimo…io non credo di riuscire a fare qualcosa di decente in meno di cinque minuti….sono curiosa di provarci però…

  4. 5 minuti per un trucco completo?? ahahaha impossibile, la mattina mi alzo un’ora prima di uscire di casa perché mi piace fare tutto con calma e non faccio mai un trucco completo.. per i trucchi seri mi servono almeno 40 minuti U.U se poi voglio mettere l’eyeliner lasciamo perdere, va messo in conto che un occhio andrà fatto da capo un paio di volte XD in 10 minuti se mi sbrigo forse riesco a fare un trucco semplice con ombretto in crema messo col dito e dovrei omettere il fondotinta.
    Per Simo, io con runaway red ho un rapporto di amore-odio, necessito la matita o me lo ritrovo anche sul naso!

    • Eheheh trucco completo ma decisamente semplice 😉
      Davvero hai problemi con runaway red? Su di me si fissa davvero bene e anche quando va via, lo fa in modo uniforme e lascia le labbra tinte. È proprio vero che i cosmetici fan quel che vogliono su persone diverse 😉

    • Ma anche noi per un trucco completo faigo ci mettiamo pure un’ora o più (ooooo yes ammettiamolo), questa però è la sfida del trucco pseudocompleto ed ultraveloce per quando la sveglia suona tardi oppure ti riaddormenti o un meteorite casca vicino a casa 😀
      Secondo me pure tu ce la fai 😉
      *Giudy*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...