TAG: THE CHRISTMAS ADVENT CHALLENGE – CHRISTMAS’ MOOD

Si continua col tag più natalizio del web ovvero quello ideato da What’sInMyBag e ConsigliDiMakeup.
Siete pronti a scoprire come entriamo nel giusto spirito natalizio?

IL MOOD DI GIUDY

IMG_20141215_1

Natale non è Natale senza un albero degnamente addobbato: che sia quello dinnanzi al Duomo o quello in casa mia (che stravince dai… ammettiamolo), lucine ed addobbi riescono da soli a dare un’atmosfera diversa alla città ed alla casa.
Il decorare l’albero poi è uno dei riti che mi fa più entrare nello spirito giusto: adoro far incontrare vecchi e nuovi addobbi cercando di posizionare le luci nel miglior modo possibile per render giustizia a tutti loro. Mentre “lavoro” alle decorazioni mi credo un’ambiente anti “grinchosità”: Fireside Treats a sprigionare dolcezza nell’aria e un bel film natalizio come Love Actually per predispormi d’animo.
E per brindare dopo tanto lavoro, mi metto sul divano dinnanzi all’alberello completo ed illuminato con una copertina calda sulle gambe per godermi il risultato mentre mi gusto una cioccolata calda al gianduia con panna montata  e gli ultimi istanti del film (ebbene sì, a Natale esce fuori tutto il mio romanticismo).

1
Un albero non è un albero senza sotto tanti pacchettini e io non sono contenta se non impacchetto i regali anche per tutto il vicinato 😀 Nulla infatti mi rende più felice – dopo aver trovato il regalo perfetto per ognuno – che scegliere la carta giusta, il fiocco ideale e il chiudipacco adatto. Quest’anno ho optato per carta da pacco, filo di lana, legnetti profumati e deliziosi timbrini natalizi (grazie Hema grazie): adoro il risultato ottenuto e non so quanta voglia avrò di distribuirli 😀

E infine il pezzo forte del mio Natale 2014 è il calendario dell’avvento fatto totalmente a mano da me ed alcuni amici durante un pomeriggio di chiacchiere, carta, vino, metri di scotch e tante risate. Ogni sacchettino racchiude un tè diverso e svegliarmi ogni mattina in questi 25 giorni si sta rivelando più piacevole del solito. Forse avrei bisogno di un calendario dell’avvento con sorpresa perenne 😀

2

IL MOOD DI SIMO

“It’s beginning to look a lot like Christmas
Everywhere you go;
Take a look in the five and ten glistening once again
With candy canes and silver lanes aglow.”

Giusto per chiarire…le canzoni di Natale suonano in casa mia da metà novembre. Faccio decisamente parte di quell’odiato gruppo di persone che AMA il Natale, che aspetta il Natale e che vive il Natale molti giorni prima che dicembre inizi: perché, diciamocelo, un giorno solo non basta per celebrare the most wonderful time of the year!

Allora, siete pronte per curiosare nel mio Natale?

IMG_20141217_1

Il Natale a casa mia inizia sulla porta: impossibile non notare la grande stella gialla di pannolenci glitterato che dà il benvenuto sulla porta di casa, mi mette allegria ogni volta che la vedo e poi – dato che a Natale, per me, ogni cosa si carica di significati affettivi – mi ricorda che la stella è stata fatta a mano da madre… e mi sento più felice 🙂

Il benvenuto è ribadito all’ingresso: accanto allo svuota tasche, ho posizionato questa vecchia alzatina di cristallo (un cimelio di famiglia), all’interno del quale ho sistemato delle pigne raccolte qualche anno fa, un bastoncino di zucchero e questo adorabile cuore di legno che ho preso ai mercatini di Natale di Rovereto. Fin troppo shabby per i miei gusti…ma a Natale, tutto è concesso 😀

La tavola è uno dei punti focali del salotto e al centro ho posizionato alcuni dei miei oggetti natalizi preferiti. Su un runner di panno bordato di slitte trainate da renne (acquisto recentissimo da CoImport), ho adagiato un centrino graziosissimo decorato con candy canes che ho preso nel mio ultimo viaggio di lavoro di Canada. Sopra ho messo un porta tea-lights di Yankee Candle formato da tre tazzine: quella centrale contiene due sorridenti omini di gingerbread, mentre le due tazze laterali sono adatte a contenere tea-lights! Tè, Natale e Yankee Candle: un connubbio perfetto.
Ovviamente, sempre in tema di tè, ho rispolverato la mia adorata teiera a forma di pupazzo di neve, è un regalo che è stato fatto ai miei genitori tanti anni fa e, quando ho traslocato, è venuta con me. Ah, ho anche una stella di Natale sul tavolo. Lo so. Troppo. Ma…whatever..

E restiamo in zona Yankee Candle con il mio Sugarplum Village. Lo scorso anno avevo preso solo il porta tea-light (la casetta con tre “balconcini”) e quest’anno ho finalmente aggiunto il bruciatore che trovo adorabile. Acceso è una meraviglia, brilla tutto e mi ricorda un paesaggio innevato (e dato che a Milano non nevica mai… dobbiamo ricreare l’atmosfera in qualche modo!).

Non solo candele profumate per illuminare le serate dicembrine, le lucine sono la mia passione. Vivessi in USA sarei una di quelle che bordano la casa di lucine e piazza renne in giardino… a Milano mi accontento di un ben più sobrio alberello dalle luci multicolore (ovviamente ve l’ho fotografato spento… sono geniale!) e pieno di addobbi che hanno una storia. Con l’eccezione di qualche riempitivo cuore di legno Ikea, tutti gli addobbi sul mio albero fanno parte della mia famiglia da anni (ne ho alcuni che appartengono al primo albero di Natale acquistato dai miei quando si sono sposati), oppure sono ricordini presi durante i miei viaggi, o ancora sono regali che ci sono stati fatti (un addobbo natalizio Thun è sempre bene accetto in casa mia). Mi piace sapere che il mio albero racconta tanto della storia mia e della mia famiglia, e mi basta fissare un addobbo per poter rievocare un ricordo 🙂

…ah…ovviamente le lucine sono anche sulla scatola di biscotti che ho acquistato a Curiosa a Modena da Chiara di Enjoy Coffee and More. Io adoro quella scatola (e pure i bisocotti allo zenzero che contiene!)

IMG_20141217_5

E infine, Natale è dolcezza, che siano Yankee Candle agli aromi più golosi che si possano immaginare (come Christmas Cookie o Angels Wings o ancora Sugared Apple) o dolcini preparati in casa. Adoro i muffin e mi diverto in questo periodo a sperimentare con spezie (cannella, zenzero, chiodi di garofano) e frutta secca (fichi, pistacchi, noci…). Ovviamente pirottini a tema 😉 (N.B. la bustina numero 17 del mio calendario dell’avvento… vedete post di Giudy 😉 )

Devo davvero soffermarmi sulla bellezza della mia tazza natalizia? Chi mi segue su Instagram etc sa che sono ossessionata da tazze e tazzine. Quella che ho messo in foto è una new entry della mia collezione e la trovo stupenda. Non c’è niente che adori di più che tornare a casa, accendermi una Yankee, prepararmi un bel tè natalizio e poi berlo da questa tazza mentre mi guardo un film (e in questo periodo sul mio dvd player vanno in loop film come Love Actually, the Holiday, Penelope… ).

E infine (per davvero stavolta), vi faccio sbirciare nella mia città di adozione: Rovereto. Amo questa cittadina in mezzo ai monti, ma devo dire che a Natale dà il meglio di sé: splendide decorazioni per le strade del centro storico e soprattutto i mercartini… che si traducono inevitabilmente in vin brulè bollente da bere mentre si cammina per le stradine strette del centro.

Spero di avervi fatto respirare un po’ dell’atmosfera natalizia che cerco di ricreare ogni anno…e che impongo ai malcapitati che mi stanno attorno. Come dicevo all’inizio, amo questo periodo dell’anno. Per me Natale è famiglia (quella in cui siamo nati, ma anche quella che ci siamo “scelti”), è stare insieme e ricordare cosa amiamo di chi ci è vicino (a volte è dura nè 😉 ).

Poi si sa… le buone intenzioni son tante ma nonostante ciò spesso il natale è un completo disastro..

Sorry, quote obbligatoria…perché gli episodi natalizi dissacranti di The Office sono un must 😀

 

Annunci

4 thoughts on “TAG: THE CHRISTMAS ADVENT CHALLENGE – CHRISTMAS’ MOOD

  1. Stupendo questo post ragazze, mi è proprio piaciuto. Ho adorato le decorazioni delle vostre case e i vostri racconti e condivido quello che dice Simo, Natale è da passare in famiglia ma anche con la famiglia che ti scegli, tutte quelle persone stupende che incontri nella tua vita e diventano parte di essa ❤
    :*

  2. Anche io inizio a sentire il Natale praticamente a metà novembre e giro per casa cantando canzoncine natalizie fino allo stordimento.

  3. Ok, sono l’unica in modalità Grinch quest’anno. Anche perché mi hanno fatto fare l’albero da sola e ora ho ancora il dubbio di aver fatto una porcheria con gli addobbi -__-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...