Da Nicky Minaj a Kylie Jenner: la differenza tra rossetto, mlbb e correttore

Ciglia finte e colore di capelli a parte, notate qualche differenza tra Nicky Minaj e Kylie Jenner?
Piccolo aiutino: concentratevi sulle labbra 😉

bigNo, non parleremo di botox labiale ma di rossetti nude, di rossetti-correttore *argh* e rossetti my lips but better. Ma andiamo con ordine.

Un rossetto può definirsi nude quando è di una tonalità più chiara delle proprie labbra, utilizzare invece un rossetto di due (o più) tonalità più chiare porta inevitabilmente all’effetto correttore anche detto effetto Nicky Minaj 😀 che va benissimo (forse) per una serata in discoteca ma non certo per presentarvi al lavoro/università o ad un aperitivo.
Il Mlbb (ovvero My lips but better) è invece una vera e propria chimera che ciascuno di noi insegue negli anni. Ma di cosa si tratta? “Semplicemente” è quel rossetto dello stesso identico colore delle proprie labbra che però le rende più belle, più morbide, più sane, più polpose, più meglio insomma 😀

Se non possiamo purtroppo (o per fortuna) presentarvi i nostri rossetti-correttore dato che non ne facciamo uso, ecco invece i nostri nude e mlbb preferiti.

GIUDY

Processed with VSCOcam with f2 preset
Pannacotta di Neve Cosmetics è forse il mio nude preferito: colpa del suo profumo paradisiaco e della morbidezza con cui tratta le mie labbra. Utilizzo questo rossetto dal colore quasi pescato e dal finish sheer sia quando carico pesantemente gli occhi (hello moderazione!) che per i look da tutti i giorni ed in entrambi i casi mi dà molta soddisfazione. Data la sua coprenza leggera e la consistenza molto morbida, è un perfetto passepartout da avere sempre a portata di mano in borsetta quasi fosse un burrocacao.

– Bersagliata dal look alla Kylie Jenner e sprovvista di un nude con una forte componente marrone (hello anni ’90!), ho di recente acquistato Twig di MAC ovvero il rossetto che racchiude in sè tutte queste caratteriste. Il suo punto massimo di perfezione retromodernista lo raggiunge abbinato alla matita Spice sempre di MAC: ed è subito Clueless mood.

Mystic Mauve di Maybelline (è della linea Color Sensational) è invece un nude rosato freddissimo, quasi gelido che bisogna utilizzare con attenzione per non rischiare l’effetto glaciazione. Per non sbagliare, io ci abbino una riga di eyeliner, un blush rosato freddo e vinco così il premio miss algida (aggettivo, non gelato).
Il finish è satinato e rimane molto morbido sulle labbra tanto che è per me d’obbligo una matita “contenitiva”.

– In zona mlbb ad oggi posso citare Plumful di MAC che però è leggermente più scuro del colore delle mie labbra che sono leggermente meno berry. Il finish è lucido (linea lustre) ma non appare assolutamente eccessivo sulle labbra, anzi le rimpolpa.
Lo sfrutto spesso quando non so quale rossetto pescare o quando temo di cadere nell’errore del troppo o del troppo poco: lui si colloca esattamente li nel mezzo.

– Non ho molte matite labbra nude ma sicuramente quella che sfrutto maggiormente è Spice di MAC (sì, proprio quella che vi citavo prima parlando di Twig) che è rosata ma con una componenete marrone ben delineata. La mina è molto morbida e può essere utilizzata da sola ma io preferisco sormontarla con un rossetto per rendere le labbra meno delineate e per scurirla leggermente (perchè noi mica siamo al Jersey Shore).

Neve Cosmetics - Pannacotta, MAC - Twig, Maybelline, MAC - Plumful

SOPRA: matita per labbra MAC ‘Spice’ SOTTO: rossetti Neve Cosmetics ‘Pannacotta’, MAC ‘Twig’, Maybelline ”, MAC ‘Plumful’

 SIMO

20150327_074500

–  In principio fu Natural Nymph di Elf Mineral, immediatamente ribattezzato dall’allora mia coinquilina “Affogata nel Tamigi”. Erano altri tempi. Erano i tempi in cui non lavoravo ancora millemila ore al pc e indossavo lenti a contatto giornalmente e impazzivo per gli smokey eyes. Se quel rossetto ormai non è più tra noi (per fortuna, direte 😉 ), ancora conservo ed ogni tanto utilizzo – in gran segreto – il pastello labbra Neve Cosmetics nella tonalità Inverno. Per chi non lo conoscesse è un colore rosa malva molto freddo; spesso lo uso come base per rendere più freddi altri rossetti (ad esempio è l’unico modo per me per indossare Chatterbox di Mac in inverno), ma ogni tanto cedo… e lo uso anche così come è. Perché Laura Palmer sempre sarà un’icona di stile 😉

– Il mio unico vero rossetto nude, è forse Crepes Suzette di Neve Cosmetics: è un color carne, leggermente pescato, mediamente coprente, che – anche se molto chiaro – non cancella le labbra ma si limita a schiarirle di un mezzo tono. Lo uso quando ho un trucco occhi importante, oppure viceversa quando porto un trucco occhi molto leggero. Nel primo caso controbilancia perfettamente il makeup, nel secondo dà l’impressione del look fresco e acqua e sapone. Per non parlare del profumo di torta paradisiaco che lo contraddistingue…

– Il mio preferito in assoluto però – e ve ne avevo già parlato – resta Exposed di Tarte, in formato Lip Surgence natural matte lip tint. Un matitone insomma. Completamente opaco, un rosa biscotto chiaro, perfetto per la mia carnagione e i riflessi ramati dei miei capelli. Non è un vero mlbb (le mie labbra sono più rosa-malva che non rosa-biscotto), ma lo trovo davvero bello. Non mi “sbatte” ma al contrario trovo che esalti i colori naturali della mia carnagione. And that is how you do it 😉

– Infine, devo citare il pastello labbra di Neve Cosmetics nella tonalità Marmotta ovvero un rosa biscotto (anche questo) leggermente più scuro dell’Exposed qui sopra citato. Questa matita è decisamente una delle mie preferite, quantomeno come colore. La uso spessissimo quando devo delineare le labbra prima di indossare rossetti dai colori caldi e intensi, ma è molto bella anche da sola. Fa parte, tuttavia, della prima generazione di pastelli labbra, ovvero quelli più duretti che tendono leggermente a seccarsi e la preferisco dunque come base piuttosto che come unico elemento. Ma è questione di preferenze.

20150327_074735

Annunci

2 thoughts on “Da Nicky Minaj a Kylie Jenner: la differenza tra rossetto, mlbb e correttore

  1. Io mi sono votata a amore di neve cosmetici, plumful di Mac (ottima scelta, Giudy 😉 ) e al 104 dei Rimmel Kate Moss 🙂
    ahimè, possiedo dei colori da morta affogata, ma preferisco considerarli errori di gioventù XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...