What’s inside my travel beauty bag

Settimana scorsa avete curiosato nella “everyday” beauty bag di Giudy. Questa settimana invece vi faremo spiare nella travel beauty bag di Simo. Allacciate le cinture di sicurezza e preparatevi a vedere cosa è lecito portarsi dietro quando avete a che fare con la tirannia di Ryanair.

20150511_095205

Diciamocelo, viaggiare low-cost a volte ha i suoi costi… in termini di ansia-panico-paura-ancoransia da “cosa posso mettere in un micro trolley senza sforare i limiti di peso, misura e soprattutto quantità”? La mia risposta a tutto ciò sta nella filosofia del leggero, pratico e compatto. Nella mia beauty bag ci deve stare l’essenziale, senza rinunciare alla possibilità di garantirmi qualche scelta.

Leggero e pratico si traducono agilmente in niente vetro, niente pennelli, niente prodotti in polvere whatsoever. Garantisco che si può.

Iniziamo dalla base viso. Per questa scelgo prodotti rigorosamente in tubetto (niente vasetti e boccettine di vetro). In questo viaggio mi sono portata un idratante opacizzante di Caudalie. Per la mia pelle normale/secca è un po’ troppo leggero effettivamente, ma date le temperature folli (anche qui in Belgio, stranamente, fa caldissimo) preferisco una crema che di giorno non mi faccia lucidare e non fatichi ad asciugarsi. Per il contorno occhi invece ho portato con me il mio solito idratante Snail Gel (sì, lumaca) di Dr. Organic: sul contorno occhi non posso proprio permettermi di diminuire l’idratazione :/ Ovviamente entrambi i prodotti sono utilizzati mattina e sera. Economia di spazio e praticità, si diceva.

La base viso è affidata ad una semplice BB cream (o CC se preferite). Al momento, ho ricominciato ad usare la mia BB cream con spf10 di So Bio Etic, una crema moussosa e super coprente che basta da sola a farmi da base e correttore: un prodotto unico e multifunzione in questi casi è l’ideale. Nonostante sia un po’ corposa come crema, complice l’idratante opacizzante, asciuga comunque molto  velocemente e si fissa perfettamente tutto il giorno. Per rimuovere gli eccessi, preferisco comunque tamponare il viso con una semplicissima spugnetta in lattice.

Il trucco occhi deve essere semplice e ad effetto: per la base di solito mi affido ai vari matitoni Kiko e ad esempio in questo viaggio ne ho portati due: uno più da giorno, champagne e luminoso, e uno più da sera color porpora intenso (che su miei occhi, quando sfumato, pare melanzana… ma sorvoliamo). I matitoni sono pratici, non richiedono pennelli e sono long lasting. Per finire il trucco occhi mi basta un po’ di eyeliner (come la matita Bombay Black di Nabla – decisamente non la mia preferita ahimè) e poi tanto tanto mascara. Un vezzo che mi concedo è quello di mettere una matita più chiara e luminosa lungo l’attaccatura delle ciglia inferiori. A questo scopo mi piacciono moltissimo Cincillà o Caramello di Neve Cosmetics. La prima un tortora luminoso, la seconda un rame “freddo”, entrambe bellissime per definire la parte inferiore dell’occhio senza appesantire lo sguardo. E ovviamente, non può mancare la matita per le sopracciglia (la mia è la 03 di Kiko).

Anche per le guance vince la regola pochi ma buoni…. e soprattutto pratici! Il mio blush da viaggio per il periodo primaverile è il meraviglioso Master Glaze di Maybelline nella colorazione Pink Fever. Questi blush sono comodissimi da applicare grazie al formato in stick, si sfumano facilmente con le dita e durano secoli!

Anche sulle labbra preferisco prodotti long lasting quindi solitamente preferisco portare con me tinte liquide, così evito che i rossetti di scaldino troppo e/o si stacchino dal bullet – true story :-/. Mi sono portata dietro le favolose tinte Rouge Edition Velvet di Bourjois, una in colorazione più fredda – Pink Pong – e una più calda – Franbourjois.

Ovviamente poi non possono mancare il mio balsamo labbra, lo stick al tea tree oil e un goccio di profumo.

*dlin dlon* Simona è ora pregata di presentarsi all’imbarco, grazie *dlin dlon*

Simo

Annunci

6 thoughts on “What’s inside my travel beauty bag

  1. Ho una tinta di Bourjois che mi pare si chiami Happy Nude-ist, è bellissima sulle labbra ma puzza terribilmente di… boh, plastica? Roba artificiale? Molto fastidioso comunque. Tu riesci a usare lo stesso le tue?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...