Wishlistmania ovvero le campionesse nel creare carrelli immaginari

Siamo campionesse mondiali nel creare carrelli immaginari e oggi lo riempiremmo così. Voi invece cosa ci mettereste dentro?

SIMO WISHLISTA

Disclaimer/Presa di coscienza: quello che state per vedere qui sotto rappresenta la punta estrema della mia wishlist. Diciamo pure che è quello che ne è uscito dopo un attento lavoro di selezione. Vorrei essere una persona morigerata. Non lo sono. Shame on me.

wish_list In questo periodo sono tutta “all about the hair”. La mia vita cosmetica è in un pendolo che oscilla tra pelle perfetta e capelli perfetti, ma dato che con il caldo ho capito che è inutile aspettarmi una pelle fresca, tonica e soprattutto che non sembri una spugna imbevuta (hello, spf! Vorrei tanto che fossi meno grasso di un panetto di burro), tanto vale concentrarmi su qualcosa che posso illudermi di  controllare. E capelli siano! Gli shampoo solidi sono una mia fissa, in principio fu Lush: ne ho provati a bizzeffe. Ma ora sono in fissa con questo prodotto (colpa della Socia, ovviamente) e conto i giorni in cui finirò i miei litri di shampoo e potrò ordinare questo olio solido shampoo al monoi e vaniglia de Il Calderone di Gaia. Già sulla carta, mi pare urlare estate!

Ovviamente caldo = capelli raccolti, sempre e comunque (non che in inverno io li tenga sciolti ..ma vabbè). Ultimamente si assiste al revival delle famigerate spazzole di cinghiale, vero incubo della mia  infanzia (corsi a nascondersi sotto il letto inseguita da mia nonna con il suo rullo del male #truestory). Ebbene, mi sento grande e coraggiosa e voglio credere che queste spazzole possano aiutarmi a domare i miei capelli ribelli, a creare acconciature solide e a lucidare la mia criniera impazzita e… ok ok, ho altissime aspettative, ma prima o poi cederò a questa spazzola ovale in cinghiale/nylon di Tek… e vi farò sapere.

Si diceva capelli imbizzarriti da domare vero? L’idratazione, prima, dopo, sempre e comunque è la via alla felicità. Ho provato moltissimi prodotti di Phyto e della sua linea alla cheratina. Ora sulla mia wishlist – anzi – in cima alla mia wishlist, campeggia lui: il siero Phytokeratine per punte e lunghezze rovinate. Salvami tu.

E se col caldo vado a vivere sotto la doccia, voglio che quelle infinite ore rappresentino momenti di vero piacere… non fatevi idee strane: sto parlando solo di bagnoschiuma 😀 . La Dolce Vita di Lush con la sua intensa frangranza di gelsomino, è il mio vezzo e il mio vizio estivo e anche quest’anno è in lista in attesa di essere comprato… e poi addio mondo, io mi trasferisco in un lussureggiante giardino fiorito… nella mia doccia, nella mia fantasia…

E il makeup può mancare? Decisamente no. Lo so, ho mille palette che non uso. Lo so, non ho bisogno di altri ombretti. Ma ci sono cose che fa Tarte a cui io non so resistere e che il mio cuore non può non desiderare. Tipo la Tartelette. Non so nemmeno se sia ancora in vendita nè dove nè se la prenderò mai. Ma lei è nella mia wishlist… chissà, forse un giorno…

GIUDY WISHLISTA

wishlistDimmi cosa desideri e ti dirò quanti anni hai.
Se da giovinette ci si butta su prodotti “commerciali” quali palette ed ombretti, al sopraggiungere di una certa età quel che conta è la pelle ed i progetti di investimenti passano dall’essere la nuova Naked Smoky alla skincare miracolosa (e costosa).
E la mia wishlist non fa eccezione.
Del resto quale modo migliore per rinnovare la pelle se non la nuova maschera all’acido glicolico di Caudalie? Proprio quello che mi servirebbe per  gettare alle spalle il grigiore invernale e ridestare la mia epidermide grigia e stressata.

Ma acido glicolico chiama protezione spf ed io bramo da tempo la nuova bb cream Anti-Blemish Solution di Clinique che ha una protezione solare di 40 e promette un incarnato a prova di photoshop. Unico problema: in Italia sono uscite solo 3 colorazioni (ah il mito di noi italiane mediterranee e olivastre) e la medium-light stona sul mio incarnato ultra light a partire dal nome :/ Devo assolutamente mandare qualcuno in spedizione nei paesi del nord.

Per estrapolare la mia lucentezza interiore (#credici), in questo periodo mi ci vorrebbe proprio un illuminante come Mary-Lou Manizer di The Balm che promette gote super luminose. Il fatto poi che sia stra osannato da ogni beauty blogger che si rispetti non incide minimamente sui miei desideri. No no.

Altro must have per ogni appassionata di makeup che si rispetti è la Beauty Blender ovvero la spugnetta magica per applicar il fondotinta (e non solo) che dovrebbe far ottenere un effetto airbrush. Per ora ho utilizzato diversi suoi dupe (Real Techniques, Kiko, Sonia Kashuk) ma si sa che prima o poi dovrò provare l’originale per fare comparazioni serie.

Infine la mia wishlist si conclude con un vezzo ovvero uno (ma anche tutti) dei rossetti liquidi di Anastasia Beverly Hills. Millemila colorazioni, un innamoramento istantaneo per Sad Girl, Heather ed il nuovissimo Craft ed il grande freno dalla dogana (ma quando la aboliamo?) e del prezzo non proprio economico.
Ma questa è la mia vorreisevorreimanonpuoi indi lasciatemi sognare ancora 5 minuti per favore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...