Wedding season: come affrontare l’hangover post matrimonio (3a parte)

Vi siete preparate una settimana prima, vi siete truccate in maniera perfetta, avete finalmente partecipato al matrimonio della vostra amica mangiando, bevendo, ballando e ancora bevendo e ora… siete completamente devastate, con gli occhi gonfi, la pelle disidratata ed alcuni vaghissimi ricordi di ciò che è successo la sera prima?friendsForza e coraggio: abbiamo dovuto tutti fare i conti prima o poi con l’hangover del giorno dopo e se per i ricordi (e le azioni impulsive) non c’è rimedio, possiamo almeno salvare le apparenze. Così:

Processed with VSCOcam with f2 presetPrima di iniziare a (cercare di) rendervi presentabili fate una bella cosa: buttate giù una pasticca di Moment (hello! mal di testa post sbornia) con taaaaaaaaaanta acqua e continuate a berne berne e ancora berne. Poi prendetevi una mezz’ora tutta per voi e iniziate a tentare di ridare dignità al vostro viso, prima con una maschera detossinante come la Bubble Mask di Sephora che non solo vi aiuterà a restituire ossigenazione al viso ma, con il suo effetto bubble, vi rilasserà e vi sembrerà quasi come se qualcuno vi stesse facendo un desideratissimo massaggio facciale.

Rilassati e depurati? Bene! Ora dobbiamo restituire idratazione al viso inaridito da alcol, caldo, aria condizionata, stanchezza e ancora alcol. Per questo compito non vi è nulla di meglio della maschera Aisha di Lush che coccola la pelle idratandola e liftandola leggermente. Certo, l’odore di questa maschera non è dei migliori (ma anche per questo motivo abbiamo preso precedentemente un Moment 😉 ) ma dona al viso l’effetto “ho dormito 8 ore filate e sto benissimo”. Una maschera bugiarda è proprio quel che serve.

Per il contorno occhi il gioco si fa duro e – dato che ho ormai superato i trenta *argh* – preferisco donare a questa parte molto delicata delle cure extra. Inizio quindi con l’applicare la maschera di Antipodes Aura Manuka sull’area lasciandola riposare quanto più possibile. Questa maschera è in realtà per il viso ma io mi trovo benissimo ad applicarla anche sul contorno occhi e, ora che sono agli sgoccioli, la centellino utilizzandola praticamente solo per questo ruolo. Dopo averla lasciata agire 10/15 minuti ed averle permesso di restituire idratazione al contorno occhi, compio il grande passo di guardarmi allo specchio e, se vedo che la situazione è ancora drammatica o se devo uscire sembrando umana sveglia, utilizzo i magici patch occhiaie e borse di Inca Rose: 20 minuti di applicazione per avere un contorno occhi liscissimo e rilassatissimo che manco aveste passato una giornata alle terme.

Passaggio finale: occhialoni da sole. La luce è la vostra nemica manco foste dei vampiri, indi abbracciate il vostro lato oscuro, predete un giornale con tante figure e poco da leggere ed attendete pazientemente che la vostra testolina smetta di girare.

Giudy

Annunci

6 thoughts on “Wedding season: come affrontare l’hangover post matrimonio (3a parte)

  1. alcool a parte, sembra proprio la descrizione del post-matrimonio che ho avuto un paio di mesi fa! in più, mettici anche il viaggio di andata e ritorno (500 km in tutto) ed ecco che a casa avrei avuto bisogno di una flebo! Mia attirano tanto i prodotti Antipodes, ma il costo mi frena un po’…

    • Tutti i matrimoni son complicati e devastanti 😃
      I prodotti Antipodes costano è vero ma…hanno anche quantità molto grandi. Questa maschera viso per esempio mi è durata più di un anno… direi ammortizzata appieno! *Giudy*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...