EXTERMINATE! Empties estate 2015

Siamo più determinate dei Dalek a terminare tutti i prodotti (o quasi) in nostro possesso. Non ce ne sarà per nessuno: da quelli che amiamo a quelli che non vediamo l’ora di buttare, finiranno tutti STERMINATI.

1

(s)TERMINATI SIMO

Ho dovuto chiedere alla socia una pausa estiva per poter accumulare abbastanza prodotti per un degno Exterminate! Da settembre tornerò a compilare post miserrimi e tutto sommato ridicoli in cui mostro che un bagnoschiuma può durare 4 mesi se si usa quotidianamente una spugna a rete tipo quelle di Ikea. Ma ora lasciatemi la gloria di qualche prodottino in più che ho finito con dispiacere e qualcosa di cui finalmente mi sono liberata!

20150825_085343

-Ho terminato ormai il secondo pacchetto di dischetti struccanti per occhi Simply Sensitive di Boots. Continuo a trovarli davvero ottimi sia per gli occhi che per il viso: non bruciano e struccano bene e in modo delicato, inoltre il formato piccino è comodissimo per il beauty-case!

-Le salviettine struccanti Acqua alle Rose sono una novità che ho voluto provare sull’onda del ricordo della mia infanzia: l’Acqua alle Rose è stato il mio primo tonico da ragazzina e il suo profumo mi riporta tanti bei ricordi 🙂 Le salviettine hanno lo stesso profumo del tonico e sono abbastanza delicate. Dico abbastanza perché se la sostanza struccante di cui sono impregnate è davvero delicata e non brucia, il tessuto delle salviettine è invece un po’ “ruvido” e dopo qualche passata mi faceva sentire la pelle un po’ provata e arrossata. Non penso che le riprenderò. Peccato.

-La crema detergente Yes to Blueberry è stata un acquisto casuale ma davvero azzeccato. E’ un detergente molto molto cremoso al mirtillo e olio di cocco (dal quale eredita anche una componente oleosa che si sente nel prodotto), si applica sulla pelle inumidita, si massaggia e si sciacqua come un normale sapone. Non fa schiuma, e a questo ho dovuto abituarmici un po’. Una volta rimosso il prodotto, la pelle resta morbida e fresca ma si ha la stessa sensazione di quando ci si deterge il viso con olio di cocco. In generale trovo questo prodotto davvero ottimo, perfetto per il mio tipo di pelle e per la stagione invernale (notare che mi è durato una decina di mesi!) e non nascondo che nel prossimo viaggetto oltreoceano lo cercherò ancora nei drugstore.

-Lo shampoo riparatore all’Argan e Karité di So’Bio temo non sia lo shampoo adatto a me. Onestamente inizio a pensare che nessuno shampoo ecobio sia adatto a me: o si rivelano troppo aggressivi oppure troppo pesanti. Questo fa parte decisamente della seconda categoria. Dovevo usare davvero molto prodotto per sentirmi la cute pulita e comunque, dopo lo shampoo, mi sentivo sempre i capelli appesantiti e quasi da rilavare. Bocciato su tutta la linea 😦

-Quasi l’effetto opposto l’ho ottenuto con lo shampoo solido New! di Lush. Sapevo che gli shampoo solidi di Lush sono formulati con tensioattivi un po’ aggressivi, che seccano molto, e che quindi vanno alternati ad altri shampoo e per questo motivo ho imparato a non usar mai questo genere di shampoo frequentemente in modo da evitare disastri irrimediabili. Questo shampoo con eucalipto e cannella ha davvero un ottimo potere pulente e sgrassante, lascia la cute fresca e “leggera” e i capelli lucidi. Ovviamente va abbinato a un buon balsamo ricco. Devo dire che mi è piaciuto davvero molto ma non sono particolarmente fan dell’alternare prodotti sotto la doccia, anche per ragioni di spazio.

-L’olio di cocco di BottegaVerde è in mio possesso da tempo immemore e devo dire che si è conservato piuttosto bene. Non è un olio puro, bio, etc etc (infatti rimane sempre liquido anche quando le temperature si alzano), ma ha un buon potere idratante e anche applicato sui capelli in dosi piccolissime non unge e appesantisce. Ora che ho provato l’olio di cocco puro non tornerei più a questo prodotto, ma non posso dire che sia deludente e che possa essere anche persino più pratico data la consistenza e la confezione piccina.

-Il burro corpo alla malva di Just è stata una vera delusione: è molto ricco e idratante appena applicato, ma a distanza di poche ore appare evidente che l’azione idratante  è solo superficiale e rivela una pelle secca e quasi “squamosa”. Non va bene per il mio tipo di pelle.

20150825_085146

-La crema notte Rose Otto di dr.Organic è forse un arrivederci: super idratante ma non pesante, ha un ottimo profumo e consistenza anche se non ha il potere levigante della sua concorrente Weleda (quella resta la miglior crema notte alla rosa evah!). Risulta comunque una valida alternativa. Purtroppo il caldo estivo l’ha rovinata prima del tempo: già dopo 4-5 mesi l’odore è cambiato e si è un po’ inacidito (forse avrei dovuto conservarla in frigorifero come insegna la socia).

-Il siero contorno occhi al Gel di Lumaca di dr.Organic è davvero uno dei migliori contorno occhi mai provati. Leggero, di veloce assorbimento e con azione sia levigante che rassodante. Davvero ottimo per la notte. Per il giorno resta molto valido, ma nelle giornate molto calde tendeva a trasudare.

-Del siero viso Purificante di Biofficina Toscana ho già parlato diverse volte quindi non mi sto a dilungare. Fino alla fine si è dimostrato un ottimo alleato per tenere la pelle pulita e aiutare la situazione “pori”.

-Il mio BadgerBalm Headache Soother è un balsamo rilassante alla menta piperita e lavanda. Spalmato sulle tempie e i polsi (ma anche su mani e braccia) prima di dormire contribuisce tantissimo a rilassarmi e regala un sonno tranquillo. Inoltre, essendo a base di olio di oliva, ha anche un notevole potere idratante! Purtroppo non è venduto in Europa, ma vi invito a metterlo sulla vostra wishlist USA (se ne aveste una altrimenti… che cosa state aspettando a farla?!)

– Uno degli acquisti impulsivi più controversi dell’estate è sicuramente stato il siero schiarente di Bioderma White Objective. Ho preso questo siero su consiglio del farmacista per schiarire una macchia solare che ho sullo zigomo, proprio sotto l’occhio. La confezione contiene 30ml di prodotto con PAO di 2 mesi ed è venduto alla “modica” cifra di 45 euro! L’ho presa perché il farmacista mi ha assicurato che era best of the best e che era l’unico prodotto che mi avrebbe schiarito la macchia in circa un mese. Non so perché mi sia fatta convincere dato che avevo tanti dubbi e il prezzo mi spaventava…ma volevo proprio fare qualcosa per quella macchia. Cosa dire? L’ho usato su tutto il viso da solo, senza poi usare il normale idratante, come indicato, insistendo in particolare sulla macchia. Ovviamente dopo un mese il prodotto era ancora tutto lì, quindi, per non aggredire troppo la pelle, ho iniziato a usarlo per ancora un altro mese solo sulla macchia a giorni alterni, sempre stando attenta a non “coprirla” poi non della crema. Ebbene, mentre stavo usando il prodotto, mi sembrava di vedere la macchia farsi più chiara. Ma a un mese dalla fine del trattamento, la macchia è ancora lì e mi sembra persino più visibile! (ok, questo ovviamente non penso dipenda dalla crema). Insomma: EPIC FAIL! Mai più un tentativo del genere senza passare da un dermatologo. Sono molto delusa e anche un po’ arrabbiata :-/

(s)TERMINATI GIUDY

Non so mai dove stipare i prodotti terminati in attesa di scrivere il relativo post ma in questi mesi estivi… l’impresa si è rivelata ancora più ardua ed ingombrante del solito…

Processed with VSCOcam with f2 presetCerto, dopo questo post casa mia sarà più libera dai rifiuti ma anche un po’ più triste dal momento che alcuni di questi prodotti mi mancheranno assai, mentre altri… bhè altri son stata ben felice di sbarazzarmene 😀

Processed with VSCOcam with f2 preset

-Io e la socia ci influenziamo a vicenda spesso&volentieri e quando mi disse (e scrisse) che dovevo assolutamente provare la maschera viso Aura Manuki di Antipodes non corsi tempo. Maschera davvero eccezionale che mi è durata più di un anno senza deteriorarsi (prezzo ammortizzato alla grande) e che ha reso la mia pelle più morbida e compatta. L’ho utilizzata con molta soddisfazione anche sul contorno occhi e anche qui il suo effetto ha dato i risultati sperati. Mi mancherà molto, lei ed il suo profumo di crema pasticcera.

– Sono una fan della konjac sponge rossa (red clay) ma di recente avevo trovato la versione rosa (pink clay) di The Konjac Sponge in offerta così ho deciso di provarla. La versione rosa è adatta alle pelli sensibili… o almeno così dovrebbe, infatti l’ho trovata molto più dura e meno scorrevole rispetto alla sorellina rossa anche se ho il dubbio che la colpa sia della forma a cuore (che si è rivelata però pratica per detergere meglio gli angoli del naso) piuttosto che del cambio di colore. Alla prima occasione proverò la versione normale a cupola rosa e vedremo se i miei dubbi avranno un riscontro.

– Sono una maniaca dell’acqua termale e soprattutto di quella Avene, trovo poi che in estate il suo utilizzo sia fondamentale (a presto con un post dedicato). Fino ad ora questa è la migliore che ho provato.

– Avevo bisogno di una crema viso. E di  contorno occhi. E mi son ricordata che avevo provato un campioncino della crema viso lifting antirughe e contorno occhi di Verdesativa e mi era piaciuta molto. La scelta dunque è caduta su di lei. Questa crema mi è piaciuta davvero moltissimo: è leggera ma idrata senza appesantire e dona al viso e al contorno occhi un leggero effetto tensore. Sulla mia pelle misto/grassa l’ho trovata perfetta nel periodo primaverile/estivo e ho amato la comodità di essere un efficace prodotto 2 in 1.

– Sempre lui ancora lui, per ora lo struccante occhi bifasico di Nivea è lo struccante migliore mai provato. Strucca così potentemente gli occhi che con un solo dischetto di cotone riesco a togliere trucco (e mascara waterproof) da entrambi gli occhi.

– Dopo le varie Bioderma e Garnier, ho iniziato a sperimentare l’acqua micellare in versione bio e la mia scelta è caduta su questa all’Aloe Vera di So’Bio che mi è piaciuta davvero molto: strucca bene il viso (io uso un dischetto maxi di cotone) senza irritarlo, non secca né appiccica la pelle, anche se io preferisco comunque detergermi il viso dopo il suo utilizzo. Bonus: profuma di caramelle gommose 😀

– I burrocacao sono la mia religione e ne ho uno in ogni angolo di casa, così ho voluto dare una chance agli addolcilabbra Alkemilla. Morbidi, idratanti e soprattutto con profumazioni deliziose (io ho provato sia quella al Cioccolato Bianco che al Lime) che ti fanno venire voglia di leccarti le labbra 😀 Unico contro: in estate si sciolgono parecchio indi ne sconsiglio l’utilizzo oppure conviene lasciarlo in frigorifero.

– Regalo di un’amica, questo burrocacao alla Mandorla di Bottega Verde non mi è affatto dispiaciuto infatti è davvero molto molto morbido ed idratante, ideale per il periodo invernale. Spesso snobbo questa marca ma devo assolutamente darci un’occhiata.

– Stavolta includo anche un mio leit motiv da anni (secoli forse) ovvero il dentifricio Mentadent versione Microgranuli, il best dentifrico evaH. Il suo sapore mentolato è delicato e fresco e mi lascia una sensazione di pulito. Maipiùsenza.

Processed with VSCOcam with f2 preset

– Questo tonico corpo al palissandro (questa è ancora il packaging vecchio con quell’orrida foto) di BioMarina mi è piaciuto molto questa estate: idrata la pelle velocemente e dona un profumo molto deciso, quasi maschile. Punto no: l’erogatore. Dovrebbe essere spray invece “sputa fuori” un sacco di prodotto. Ho risolto il problema acquistando un barattolino con vero erogatore spray di Muji.

– Avevo provato questo tonico Rassodante di Antos tempo fa sul viso ma on mi era per nulla piaciuto e mi aveveva dato anche qualche problemino. Questa estate la svolta: l’ho riciclato a tonico corpo (Biomarina docet 😀 ) e l’ho così gradito maggiormente e soprattutto utilizzato completamente.

– Uno dei miei deodoranti preferiti rimane il Dove Go Fresh al Cetriolo: ideale per l’estate e le grandi sudate, non perde un colpo. Sempre con me.

– Io ci ho provato ad utilizzarlo questo shampoo Cien ma rendeva i miei capelli stoppa 😦 Ho provato pure a riutilizzarlo per lavare i pennelli ma… rendeva stoppa pure loro. Mi arrendo e finisce così nel cestino.

– Ho provato ad utilizzare questo olio solido detergente corpo agli Agrumi de Il Calderone di Gaia sul corpo ma il panetto si stava consumando fin troppo velocemente ed il lavaggio corporale non mi soddisfaceva appieno. Poco male, riciclato a detergente viso e… funziona esattamente come i fratellini esplicitamente adatti al viso 😉 L’unica cosa che ho notato è che lascia un filo la pelle più secca ma potrebbe essere per le proprietà degli agrumi.

– Buonissimo profumo ed azione lavante quella del bagnoschiuma al Latte d’Asina di SoBio anche se non vi aspettate una super schiuma.

– Nutrivo diverse speranze riguardo questa crema per il seno al Moroccan Argan Oil di Dr Organic ma non mi è piaciuta: nonostante la mia costanza nel metterla tutte le sere ho notato zero effetti zero. Adios!

– Sorella prese per lei questa crema viso Day Cream di Benecos e me la sbolognò definendola “acqua fresca”. L’ho così provata io e… mi sono usciti una serie di brufoletti. Insomma, non è nata per nulla bene. Riciclata a crema corpo e terminata così velocemente senza troppi traumi.

– Prima prova con la crema piedi al Manuka Honey di Dr Organic ma proprio non mi è piaciuta 😦 lascia i piedi unticci a lungo ma soprattutto non li idrata a fondo così come fa ad esempio una delle mie preferite di Burt’s Bees. Dopo averla provata a lungo l’ho riciclata per il corpo dove le cose sono andate assai meglio. Avvertimento: il profumo di miele è moooooooooolto intenso.

Processed with VSCOcam with f2 preset

– Anni orsono acquistai questo correttore ed illuminante ELF da tenere in borsetta, peccato però che non l’ho praticamente mai utilizzato dal momento che il correttore è praticamente della consistenza dell’acqua sporca. La parte illuminante è importabile nella zona perioculare ma è molto luminoso e l’ho spesso utilizzato per il viso. Mi sono accorta che ancora stazionava nel mio stash ed era ormai un grumo unico… byebye senza remore.

– La matita contorno labbra “bloccarossetti” ELF non mi è piaciuta particolarmente, risulta sì pratica per evitare che i rossetti sbavosi sbavino ma ha la mina troppo grande. Meglio le versioni Kiko o Nabla.

– Ho terminato anche un mio must have estivo ovvero la cipria Hollywood di Neve Cosmetics che ho amato molto in passato vista la sua azione super mattificante e setosa. Devo dire che dopo aver provato la sorellina Cannes il mio cuore ha vacillato… e la mia preferenza pure.

– Quando uscì la linea makeup Lush, mi feci convincere dalla commessa a prendere questo rossetto e blush nel colore Convinzione, un corallo acceso con leggere perlescenze. Se sulle labbra il colore – oltre a starmi malissimo – donava loro un aspetto incartapecorito, sulle guance la situazione era un filo migliore anche se ho sempre trovato il prodotto difficilmente sfumabile. Bocciato.

Processed with VSCOcam with f2 preset– Questa estate ho provato il campioncino dello shampoo ai semi di lino de La Saponaria ma l’ho trovato decisamente troppo ricco, almeno per la stagione. Da riprovare in autunno.

– Ho utilizzato il campioncino della crema corpo doposole SUN sulle spalle un po’ arrossate dopo una giornata di sole ma non mi è piaciuta particolarmente dal momento che non ho riscontrato alcun effetto lenitivo né rinfrescante.

– Quanto è delizioso il packaging della maschera viso Tomato di TonyMoly? La maschera è in tessuto e dona una piacevole sensazione di frescura al viso, per il risultato “radiance”… bah.

– La maschera Lenitiva di Dr. Hauschka è decisamente più seriosa esteticamente rispetto alla precedente ma mi è piaciuta maggiormente, mi ha lasciato la pelle morbida e setosa. Mi piacerebbe sicuramente riprovarla.

– Sempre in tema di maschera viso monouso, ho provato quella al Melograno – Prime Rughe di Delidea ma non mi è piaciuta per nulla: sembra una crema molto molto grassa che non riesce mai ad assorbirsi totalmente. Una volta stesa, regala al viso una sensazione di pesantezza estrema, è difficilissima da risciacquare vista la sua corposità e di risultati non se ne sono visti. Bocciata.

– Avevo questo sample nel mio barattolone di campioncini da un sacco di tempo. Un po’ lo temevo (se guardate i prezzi su siti come Feelunique potrete capire) e un po’ lo guardavo con speranza. Bhè posso dirvi che mi son bastate queste due salviettine peel di Dr Dennis Gross per cambiarmi la pelle. Seriamente. Praticamente mi hanno affinato la grana della pelle, mi hanno tolto i punti neri in evidenza e la mia pelle ha fatto un *wow* pauroso in soli due minuti. Ditemi che NON ci devo cascare. Ditemelo.

– Classico dischetto effervescente de I Coloniali utilizzato per un pediluvio. Tanta effervescenza, profumo gnè ma almeno l’ho sbolognata in questo modo.

 

Annunci

5 thoughts on “EXTERMINATE! Empties estate 2015

  1. Il siero viso Purificante di Biofficina Toscana è inserito nella mia wishlist da tempo perchè mi incuriosisce davvero un sacco.
    Anche io ho provato il bagnoschiuma al latte d’asina di So Bio e mi ha un po’ deluso: il profumo è buonino ma fa devvero pochissima schiuma e me ne va via un sacco.

  2. Non vedo l’ora di tornare dalla mia bioprofumeria di fiducia per prendere qualche buon bagnoschiuma So’ BIo! Questo al latte d’asina mi ha sempre ispirato un sacco…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...