Lavare pennelli e spugnette per il trucco: come e quali prodotti utilizziamo?

Ogni giorno per truccarci utilizziamo come minimo (minimo!) 3 pennelli che, moltiplicati per i giorni della settimana, danno circa 20 tra pennelli e spugnette da pulire ogni domenica sera. Se pensate che siamo così diligenti, non ci conoscete affatto perchè – come da classico – ci decidiamo finalmente a prendere in mano la situazione quando ne abbiamo ormai accumulati diversi (sinonimo di “troppi”) e la nostra reazione è pressochè simile a questa:

Quando devi lavare i tuoi pennelli

Quando devi lavare i tuoi pennelli

Ma, reazione a parte, come li laviamo e cosa utilizziamo per pulirli al meglio? In questo post vi sveliamo i nostri alleati.

SIMO

Vorrei dire che sono brava e che lavo i miei pennelli subito dopo averli utilizzati. O anche mostrarvi uno di quei magici spray che usati quotidianamente li tengono puliti e disinfettati. La verità è che accumulo pennelli giorno dopo giorno e solo nel weekend mi costringo a trovare il tempo per lavarli :-/

20160218_141401

Negli anni ho semplificato molto la procedura (una volta utilizzavo davvero gli spray ogni giorno) ed ormai mi affido ad uno shampoo delicato o per capelli grassi infatti la mia idea è che le setole dei pennelli siano delicate come i capelli e quindi van trattate con la stessa cura. Lo shampoo per capelli grassi è particolarmente efficace per i pennelli viso che vengono in contatto con prodotti più “unti”, ma devo dire che qualsiasi shampoo utilizzato ha sempre dato risultati eccellenti.

Recentemente ho iniziato ad aiutarmi nella pulizia col dischetto in setole di silicone di Sephora (ovvero questo aggeggio) che, grazie alle setole sottili e morbide, è perfetto sia per i pennelli più grandi che per quelli più piccini (ci lavo anche il 210 da eyeliner!). Questo dischetto è stato la svolta infatti da quanto lo uso riesco a lavare i pennelli anche in profondità eliminando quegli antipatici residui che, soprattutto nei pennelli da viso più grandi, si accumulano verso la base delle setole.

In pratica il lavaggio dei pennelli si è ridotto a due step molto semplici: 1) bagnare i pennelli con acqua tiepida e insaponarli e 2) ruotare delicatamente il pennello insaponato sul dischetto fino a rimuovere ogni residuo. Easy peasy.

Una volta lavati i pennelli, mi premuro sempre di asciugare bene con un panno il manico del pennello e in particolar modo il punto in cui manico e base del pennello si uniscono.

Infine, dopo aver ridato forma alle setole bagnate, lascio asciugare i pennelli all’aria, appoggiati ad un asciugamano arrotolato in modo che crei un po’ di spessore e le setole non tocchino alcuna superficie.

Semplice no?

GIUDY

La mia amica B. ha sempre recitato il mantra “i pennelli non sono mai abbastanza” ed io ho finito per crederle accumulandone diversi per forma, materiale e marca. Quello che B. non mi aveva però detto è che, anche se possiedi tanti pennelli, prima o poi arriva il giorno del giudizio ovvero quello in cui devi armarti di santa pazienza e pulirli uno ad uno. Quel giorno è arrivato e io vi porterò insieme a me.

Processed with VSCOInnanzitutto raduno tutti i pennelli e le spugnette da pulire e li pongo a fianco del lavandino, poi procedo con l’operazione di insaponamento delle setole e qui al momento ho ben due valide opzioni tra cui scegliere:
1. Il sapone solido per pennelli di Barbara Hoffmann è contenuto in una scatola di latta e mi basta passare delicatamente il pennello sulla sua superficie perchè le setole vengano ben intrise di prodotto. Devo ammettere che, oltre ad essere davvero efficace nella pulizia, il fatto che abbia un proprio contenitore è davvero comodissimo ed anche lavare beauty blender et similia si è rivelato assai semplice.
Purtroppo il suddetto sapone non è disponibile in Italia se non al Cosmoprof ma io l’ho reperito facilmente (su suggerimento della mitica GoldenVi0let) in uno dei tanti drugstore Di in Belgio.
Dopo che le setole dei pennelli sono intrise di prodotto, passo al brushegg ovvero un ovetto di silicone con delle setole sporgenti che va a massaggiare bene le setole del pennello per pulirle in profondità. Ovviamente non lo utilizzo con pennellini piccoli tipo quelli angolati ma lo trovo invece molto utile per i super sporchissimi pennellozzi da fondotinta.
2. Trovo che il sapone Il signore dei granelli di Lush sia una valida alternativa a quello BH. Devo ammettere che l’ho accantonato per il suo scopo primario (detersione mani e corpo) ma si è rivelato invece efficace per la pulizia dei pennelli in quanto non solo pulisce ma, grazie ai granelli in esso contenuti, fornisce un effetto brushegg naturale. Per quanto mi riguarda evito di lavare con esso le spugnette beauty blender in quanto ho paura che i suoi granelli di avena possano rigare il lattice di cui esse sono composte. Ma per i pennelli è un bel pollice in su.

pennelli3Dopo che ho insaponato e passato a detersione profonda con il brushegg i pennelli, li pongo a testa in giù e risciacquo con acqua tiepida le loro setole (solo le setole mi raccomando: evitate di bagnare il pennello per intero per quanto possibile in modo che la colla con cui è assemblato non si sciolga) e, sempre tenendo i pennelli a testa in giù, massaggio le setole e lascio che l’acqua sciolga il sapone.

Ora che sono stati lavati per bene, è tempo di asciugatura: basta poggiare la base del pennello su un piano e lasciare invece fuori dal suddetto piano le setole in modo che non si schiaccino e deformino.
Per la beauty blender invece ho appena scoperto un ingenioso trucchetto ovvero basta porla sopra la sua scatolina di plastica con cui è venduta per farla asciugare senza che ammuffisca (la scatolina è infatti dotata di appositi forellini).

Processed with VSCO

 

Annunci

2 thoughts on “Lavare pennelli e spugnette per il trucco: come e quali prodotti utilizziamo?

  1. Ciao! Interessante il dischetto in lattice 😉 Io, in genere, mi affido ad una saponetta allo zolfo: essendo indicata per le pelli grasse, svolge efficacemente la pulizia dei pennelli sporchi!
    Comunque sono d’accordo…si accumulano i pennelli con soddisfazione, finchè non arriva il momento del giudizio: il lavaggio!!! Ahahahah!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...