Exterminate! Agosto e Settembre 2016

Siamo più determinate dei Dalek a terminare tutti i prodotti (o quasi) in nostro possesso. Non ce ne sarà per nessuno: da quelli che amiamo a quelli che non vediamo l’ora di buttare, finiranno tutti STERMINATI.

1

SIMO (s)TERMINA

Agosto e settembre sono passati all’insegna del poco trucco e molta skincare, e di conseguenza ho (s)terminato un bel po’ di prodottini. Alcuni amati, alcuni decisamente meh!, pronti a vedere cosa mi mancherà e cosa è finalmente finito?

p_20160915_135604

  • Sapone mani e viso al tè verde di Biolis Naturel. Uno dei saponi eco-bio in vendita da Tigotà che sto provando con una certa sistematicità. Come sapone è efficace e delicato ma ha un profumo fresco, quasi maschile, molto molto intenso. Questo aspetto non mi è piaciuto moltissimo e credo che continuerò a preferigli gli Ekos.
  • Shampoo Concentrato Rinforzante Biofficina Toscana. Finalmente anche io sono riuscita a provare i famosissimi shampoo di Biofficina Toscana. Devo dire che all’inizio ho faticato non poco per capire la giusta diluzione e mi sembrava che stesse per finire dopo pochi lavaggi, poi ho scoperto finalmente la giusta dose di acqua e shampoo adatta ai miei capelli… e anche che il mio moroso stava usando lo shampoo direttamente sui capelli 😀 !!! Una volta presa la mano è tutto molto più semplice, deterge a fondo, lascia i capelli leggeri e lucidi e non da ultimo il suo profumo di arbusti mediterranei è meraviglioso. Unica nota semi-negativa: non ho notato una grande azione rinforzante, ma ho provato questo prodotto in estate, un periodo in cui perdo di mio moltissimi capelli. Ho acquistato un secondo flacone da testare nella stagione invernale, vi farò sapere 😉
  • Shampoo idratante Phytojoba di Phyto, ormai una garanzia per quando ho i capelli secchi e disidratati. In formato minisize è perfetto per trattamenti localizzati nel tempo. Lo compro e ricompro ormai da anni e continuerò a farlo in futuro.
  • Body lotion Jingle All the Way di Bath and Body Works, un profumo meraviglioso con note di vaniglia, zucchero e earl grey. Oltre alla confezione natalizia deliziosa (B&BW mi frega sempre con le sue confezioni *.* ), questa lozione corpo idrata sufficientemente e si assorbe in fretta. Perfetta dopo la doccia del mattino. Ora, amici di B&BW, ascoltatemi bene, portate in Italia anche le profumazioni autunnali e natalizie: l’estate è finita. Per favore!
  • Crema viso anti-age bio Goji di Omnia Botanica. Una buona crema viso, leggera, molto idratante e ad azione levigante. Durante il suo utilizzo ho sempre avuto la pelle ben idratata e non sono insorti nuovi segni di espressione, quindi missione compiuta! In più questa crema è eco-bio, contiene ingredienti provenienti da agricoltura biologica, è economica (circa 10 euro) ed è facilmente reperibile da Tigotà. Ottimo rapporto qualità prezzo. La riprenderò.
  • Ultra Shea body cream Warm Vanilla Sugar di Bath and Body Works. Devo dire addio alla mia crema corpo preferita: profumo paradisiaco, confezione deliziosa ma soprattutto idrata a fondo e lascia la pelle morbida tutta la giornata. Ne ho una piccola scorta, ma sarò più tranquilla quando sarà reperibile anche in Italia. E’ grande amore ❤
  • Burro corpo Moringa di The Body Shop, ovvero il mio prodotto preferito in assoluto di questa marca. Il profumo del moringa è favoloso: sensuale, estivo, intenso e fresco allo stesso tempo e il burro corpo idrata a fondo e a lungo anche se non si assorbe facilmente, rendendo un po’ antipatico vestirsi subito dopo l’applicazione. Altra nota negativa: finisce prestissimo! Nonostante questi due piccoli nei, è un prodotto che acquisto spesso perché è davvero ottimo.
  • Il Contorno Occhi Antirughe di Biofficina Toscana è il mio contorno occhi. Sono già al terzo tubetto e lo uso giorno e notte con grande soddisfazione: idrata a fondo, leviga e si assorbe velocissimamente consentendo l’applicazione del trucco occhi dopo soli pochi minuti dall’applicazione. Inoltre ha una buona azione preventiva: lo uso ormai costantemente da più di un anno e sto vedendo i segnetti al lato degli occhi (le famose zampe di gallina) farsi sempre più sottili, mentre il contorno occhi appare meno segnato. So che prima o poi dovrò sostituirlo, se non altro per non abituarmici troppo, ma al momento mi godo il mio tubetto e ci ripensiamo a primavera 😉
  • Crema mani Burro di Karitè. Non è un segreto che le creme mani de La Saponaria siano le mie preferite in assoluto. Ho provato questa con alto contenuto di burro di karitè e una piacevolissima fragranza di acqua di rose e l’ho trovata molto nutriente e idratante, lascia le mani morbide, lisce e fresche. La ricomprerò di sicuro per la stagione fredda.

p_20160915_135740

Maschere come non ci fosse un domani, per viso, contorno occhi, piedi e capelli: chi più ne ha, più ne stermini!

  • La maschera Creamy Coconut di Montagne Jeunesse è cremosa, profuma intensamente di cocco e idrata a fondo. Ho sentito un leggero pizzicore quando l’ho applicata, ma non ha lasciato segni o arrossamenti sulla pelle, quindi probabilmente è dipeso semplicemente da una razione momentanea e passeggera. Non è una mud mask (come pensavo) e nemmeno una clay mask, resta morbida sul viso, asciugandosi appena appena dopo una ventina di minuti circa, ma non crea mai lo strato spesso che tende a sgretolarsi delle maschere a base di argilla. In sostanza è perfetta per un boost di idratazione, ma non ha effetti immediatamente visibili sulla pelle. Buona ma non mindblowing.
  • Lei invece è diventata la mia maschera Montagne Jeunesse preferita di sempre, sto parlando della Hot Spring Sauna Mask. Le sauna mask sono la mia categoria preferita della linea 7th Heaven: sono maschere che diventano calde al contatto con la pelle, la distendono e aprono i pori permettendo ai reidui di polvere, smog etc di fuoriuscire. Questa maschera in particolare, oltre ad avere questa caratteristica, è anche piena di zucchero, e consente uno scrub profondo della pelle: mentre la masseggiate scaldandola, lo zucchero effettua uno scrub energico. Dopo 15 minuti, al risciaquo, lo zucchero, ormai quasi sciolto, consente un massaggio rilassante. Oltre tutto ciò, profuma incredibilmente di zenzero! Io la adoro: lascia la pelle liscissima, tonica e luminosa. Unica nota negativa: andateci piano con lo scrub. All’ultima applicazione mi sono lasciata prendere la mano e mi sono screpolata la zona del viso attorno al naso. Sic!
  • Foot Soak + Foot Lotion. E dopo le maschere viso, vogliamo non provare anche le maschere per piedi di Montagne Jeunesse? Era meglio non provare. Il Foot Soak, come dice il nome, si diluisce in una bacinella di acqua tiepida in cui lasciare a bagno i piedi per qualche decina di minuti. Puzza fortissimamente di dersivo svelto per i piatti. Un NO bello secco. La Foot Lotion è una crema idratante mentolata, buona, ma niente di eccezionale e soprattutto niente che mi facesse perdonare il bagno dei piedi al detersivo. Bleah!
  • Leggermente meglio la Foot Pumice + Foot Butter. La prima metà della bustina consiste in una sostanza cremosa ricca di granelli di pomice, perfetta per effettuare uno scrub energico dei piedi. Il Foot Butter è un idratante molto ricco e rinfrescante. La combinazione è interessante, ma forse più per i viaggi che non per casa.
  • Maschera per capelli Hair Rescue Manuka Honey, sempre di Montagne Jeunesse (che originalià). Questa maschera profuma tantissimo di budino alla vaniglia e rende il trattamento dei capelli un vero momento di relax. Con una bustina si riescono a effettuare tranquillamente un paio di applicazioni. E’ una maschera idratante e ristrutturante per capelli secchi: li lascia morbidissimi e profumatissimi. Super approvata e già ri-acquistata.
  • Finalmente provo anche io le tissue mask di Sephora. Questa alla Rosa mi è piaciuta veramente tantissimo. Ha un profumo delicato, è bella intrisa di gel, e si adatta facilmente al viso. Lascia la pelle tonica, liscia e luminosa con un effetto visibile a occhio nudo. Una volta rimossa la pelle resta bella asciutta, cosa che rende questa maschera perfetta come trattamento idratante pre-make-up per le grandi occasioni. Sicuramente da riprendere!
  • Stesso discorso per i patch contorno occhi alla rosa. Come prodotto li trovo fin più utili delle maschere viso, in quanto, quando sono stanca oppure ho dormito poco, è proprio nella zona contorno occhiche necessito di un boost di idratazione. Questi patch alla rosa (sempre di Sephora) idratano a fondo, rinfrescano e “schiariscono”: la pelle è visibilmente distesa (addio segnetti) e luminosa. Ne vorrei far scorta in vista di giorni stressanti 😉

p_20160924_101449

  • Mi riserverò di parlarvi più avanti e più nello specifico del Footner. Per ora registrate il fatto che in via del tutto sperimentale e con tanto coraggio ho lasciato i miei piedini a bagno in un liquido che prometteva di seccarli fino a rimuovere, nel corse di 7-10 giorni la pelle superficiale del piede. Sono pazza, lo so. Sta funzionando? Bene, dopo 4 giorni, i miei piedi sono simili a quelli di mia nonna che ha 92 anni: pieni di crepe, pelle super secca e…finalmente vedo i primi segni di muta! Ebbene sì, ho i piedi da Visitors! Pensatemi e sperate con me che sta pelle secca se ne vada, altrimenti saranno guai, per me!
  • La maschera piedi rinfrescante alla Lavanda di Sephora fa quel che dice: a fine serata, i vostri piedini avvolti in queste calzine di cellophan intrise di lavanda, ritroveranno freschezza. Idratazione extra non pervenuta. Ma non era nei patti, quindi le perdono.
  • Ultima maschera provata: la Snail Hydro-Gel Face Mask di Tonymoly e…holymoly funziona! Questa maschera dall’aspetto premium, tutta dorata e molto chic, contiene della preziosissima bava di lumaca che idrata, tonifica e “lifta” la pelle. L’aspetto post applicazione è quello di una persona che dorme 12 ore a notte ogni notte e non ha un solo problema nella vita….e magari ha pure 15 anni di meno. Arma segreta per le grandi occasioni, davvero super approvata.
  • Sono finalmente riuscita a terminare lo Struccante ViviVerde Coop che mi era stato rifilato dalla socia con una pessima recensione. In realtà io l’ho trovato molto valido: strucca bene, è delicato, non brucia. A testimonianza che tutto è soggettivo.

Termino con due campioncini, una specie di prima impressione legata a quantità molto limitata di prodotto:

  • la crema mani Banana Hand Milk di TonyMoly è bellissima da vedere (anche in bustina), profuma di caramelle bananine della haribo e idrata abbastanza le mani. Ma dal campioncino non me ne sono innamorata e non mi è venuta voglia di correre da Sephora ad acquistarla.
  • la crema viso anti-age all’Enotera di Weleda è una novità nel marchio e, se non ricordo male, la linea viso più costosa che propongono. Ho provato un piccolo sample di crema viso e devo dire che è valida, come del resto, tutti i prodotti Weleda. Idrata e tonifica, ma data la quantità ridotta, non ho potuto farmici un’idea più precisa. Sicuramente mi ha incuriosita.

GIUDY (s)TERMINA

Agosto e settembre non perdonano: il mio cesto dei prodotti terminati trabocca ed ora finalmente mi posso liberare di qualche vuoto ricordando insieme a voi ciò che mi è piaciuto, ciò che non mi mancherà e – cosa più importante – ciò che devo ricomprare al più presto!5Skincare

Processed with VSCO with f2 preset

  • Crema karitè giorno spf 50 di Nacomi (campioncino): ho potuto provarla per più di una settimana dal momento che ne basta davvero pochissima e devo dire che mi è piaciuta: non sbianca né unge particolarmente la pelle (anche se dal mio punto di vista è preferibile utilizzarla in ambienti extra-urbani come piscina e mare dal momento che non credo riesca a reggere un trucco normale). Per quanto riguarda la protezione solare, compito svolto egregiamente: nessuna ustione se non all’attaccatura dei capelli… dove non l’avevo stesa bene. My fault!
  • Lo Scrub labbra Santa’s di Lush non mi ha entusiasmata particolarmente a parte il profumo di cola, per il resto è risultato essere troppo duro e secco tanto che l’ho terminato sul corpo. Ve ne avevo parlato più dettagliatamente qui.
  • Maschera viso detossinante di Caudalie. Non riesco a resistere alle minisize. Figuratevi quando sono chiccose come questa.Peccato che il prodotto contenuto non mi sia piaciuto particolarmente dal momento che secca decisamente troppo la pelle, anche in estate (periodo in cui la mia pelle è fin troppo reattiva). Molto meglio la maschera all’argilla rosa di Cattier.
  • Ariel de Gli Agronauti (anche campioncino) è stata la mia crema primavera/estate e se ci seguite avrete visto che in questi mesi ne ho tessuto le lodi in lungo e largo per 3 motivi molto semplici:
    1. si asciuga velocemente e riesco quindi a truccarmi subito dopo averla applicata;
    2. è perfetta per la pelle mista/grassa, non unge la pelle e anzi aiuta a tenere a bada le lucidità;
    3. ha un fattore di protezione di circa 15 e questo la rende ideale per i raggi di sole cittadini.
    Da tenere in considerazione ancora per la prossima estate.
  • Crema viso V-Cense Youth Vitality day cream  di REN. E’ stata dura terminarla, non tanto per la crema in sè che è idratante e di rapido assorbimento MA (ci doveva essere un “ma”) a causa del suo odore assai forte e pungente come di medicinale. Nonostante fosse un minisize mi è (purtroppo) durata davvero a lungo e sicuramente non la acquisterò.
  • Maschera viso nutriente anti-rughe Dr. Taffi. Provata per curiosità, le riconosco solo un effetto leggermente idratante ma sicuramente da sola non fa molto altro, motivo per cui l’ho spessa mixata con la polvere di perla o olii idratanti in modo da renderla più efficace. Evitabile.
  • Acido ialuronico puro Dr. Taffi. Si raccontano miracoli compiuti da questo gel, peccato che su di me non ha sortito neppure l’effetto placebo 😀 Provato da solo, mixato a crema da giorno, da sera e da corpo ma giuro di non aver visto alcun miglioramento (nè peggioramento eh).
  • Lo scrub viso anti-age di Nacomi è il primo scrub che mi abbia fatto dimenticare il Micropolish di REN con cui sono stata fissatissima per secoli. Motivo? Esfolia delicatamente ma con decisione la pelle del viso e mi sembra abbia aiutato a diminuire leggermente la pigmentazione della mia famosa&dannata macchia al lato dell’occhio con cui ve la meno sempre 😀 Davvero davvero DAVVERO ottimo e da acquistare nuovamente.
    Lo so che dalla foto sembra che abbia avanzato il prodotto, ma purtroppo mi è separato proprio quando me ne mancava un dito e ho preferito non utilizzarlo.
  • Spray Hydrabio con spf 30 di Bioderma. Vorrei tanto parlarvi di questa comodissima acqua termale dotata di fattore di protezione da vaporizzare sopra la crema viso o il trucco. Vorrei tanto, davvero, ma purtroppo dopo sole tre vaporizzazioni TRE, il dosatore ha deciso di abbandonarmi ed in questo modo l’intero prodotto è risultato totalmente inutilizzabile. A poco è valso il mio contattare direttamente Bioderma: non si sono neppure degnati di rispondermi >_<
  • Il balsamo labbra Lavera si merita un bel pollice in su per la sua consistenza super compatto che è riuscita a sopravvivere all’estate e al caldo più intenso della passerella galleggiante di Christo senza finire spappolato. La durezza dello stick non preclude il suo essere morbido ed idratante sulle labbra 😉 .
  • Scrub crema illuminante di Biomarina (campioncino). Se non avessi appena acquistato un nuovo scrub, penso avrei ceduto a questo  che mi è sembrato delicato ed allo stesso tempo mi ha davvero donato l’effetto di un viso più luminoso. Wishlistato!

Maschere viso

Possiamo mettere un sottotitolo tipo “io e le mie manie”? graaaaaaaaaaaaaaaaaaaazie.

Processed with VSCO with f2 preset

  • Montagne Jeunesse maschere viso monodose:
    Hot Chocolate: immancabile sempre sempre sempre non la abbandonerò mai: pulisce la pelle dilatando i pori e compie così la sua magia profumando l’aria di cioccolato all’arancia. D’estate la mia pelle è parecchio scombinata dunque – come potrete notare dalla foto – ne faccio largo uso et abuso.
    Black Seaweed peel-off: ottima maschera post Hot Chocolate mask, rimuove la sporcizia rimasta e richiude i pori. Piacevole il profumo fruttato. Da ricomprare sicuramente.
    Pineapple peel-off: buona maschera per togliere le impurità superficiali della pella, ha un intenso profumo di ananas.
    Manuka Honey peel-off: se amate il miele questa maschera fa per voi perchè sembra di esserne ricoperti 😀 . Per quanto riguarda la sua azione, svolge il suo ruolo alla stregua della Pineapple peel-off.
    Passion Fruit peel-off: maschera abbastanza inutile con poco potere pulente. Se potete, skippatela pure.
    Mint Choc Chip: partiamo dal profumo favoloso che ricorda davvero un chocolate chip al cioccolato e menta *.* Lascia la pelle pulita e fresca indi la trovo molto indicata per il periodo estivo.
    Hot Spring Sauna: potrebbe essere la nuova Hot Chocolate Mask ma le manca la super azione pulente anche se devo ammettere che è buona, dilata poco i pori ed è leggermente esfoliante.
    Tea Tree peel-off: mai.mai.mai.mai.mai più! Viso in fiamme e lavata subito. Avete presente quando vi dicono di provarla prima su un pezzettino di pelle e poi nel caso non vi dia fastidio su tutto il viso? Bhè… ascoltate chiunque ve lo dica!

Processed with VSCO with f2 preset

  • Maschere Tonymoly. Non contenta, ho (s)terminato anche diverse maschere di questo brand koreano:
    Tea Tree: quando la pelle è particolarmente reattiva, trovo che questa maschera in tessuto aiuti molto a sfiammarla. Ha anche un piacevole effetto frescura assai gradito.
    Aloe: ottima maschera mediamente idratante che addolcisce la pelle. La trovo perfetta come seguito di una maschera all’argilla o che secca la pelle.
    Panda’s Dream occhi: inutile. A parte farti sentire un panda ovviamente 😀 . In questa adorabile confezione sono contenuti due dischi neri di tessuto che si applicano attorno agli occhi che apparte essere assai scomodi non hanno alcun potere. Super promossi invece confezione e concept.
    Snail Hydro-gel: maschera da tutti lodata come l’holy grail in caso di pelle stanca e devastata da after alcolico, in realtà l’ho trovata una buona maschera con un’azione però che si consuma molto (troppo?) velocemente. Sicuramente le preferisco la Dizao Boto (di cui avevo tessuto le lodi magiche qui)
  • Maschera Dizao Boto Calcium: al contrario della versione Boto normale, ho estratto dalla confezione questa maschera praticamente asciutta (secca direi quasi :/ ). Posso presumere che il liquido biancastro contenente calcio non sia adatto ad imbevere il tessuto. Fallimento totale.

Bodycare

Processed with VSCO with f2 preset

  • Balsamo per piedi e talloni Natura Siberica. Non avevo mai provato nulla di questa marca e ho cominciato dalle estremità 🙂 Crema decisamente ottima e super promossa: idrata i piedi, li lascia morbidi morbidi ma non unge per nulla (nonostante la parola “balsamo” faccia subito pensare a qualcosa di scivoloso). Da ricomprare.
  • Gel doccia Brezza Marina di BioHappy. Ho acquistato questo docciaschiuma a causa del suo prezzo super conveniente (circa 3 euro) e devo ammettere che non l’ho trovato malvagio: fa il suo lavoro (cioè lava), schiuma molto ed il profumo non mi è dispiaciuto. Il “problema”? Devo ricordarmi che mi stufo in fretta dei bagnoschiuma ed è inutile comprarne una confezione gigante.
  • La gelatina da doccia di Lush è uno dei miei articoli preferiti di questo brand perchè mi mette allegria utilizzandola. Bonus? Fa tantissima schiuma e profuma altrettanto! La Refresher che ho terminato questo mese è un concentrato di limoni siciliani e grida estate da tutti i suoi gellosi pori, si è dimostrata un vero salvavita durante i giorni più afosi quando me la strofinavo sul corpo dopo averla prelevata dal freezer. Da provare!
  • Il deodorante Dove è comodissimo nel suo formato travel-size ma apro qui una petizione per avere anche le altre profumazioni in versione mini a parte quella originale (che è profondamente talcata e mi urta l’olfatto).
  • Crema corpo The Righteous Butter di Soap&Glory (minisize). Dannazione ho già terminato questa crema deliziosa al profumo di agrumi e vaniglia che regala buonumore e una pelle morbida ed idratata. Da avere in formato regolare sarebbe una vera manna dal cielo!
  • Lo scrub Flake Away di Soap&Glory (minisize) ha la stessa profumazione della crema corpo poco sopra citata ma devo dire che come prodotto non mi ha fatta impazzire essendo molto delicato e con grani piccoli e morbidi. Non è decisamente il mio genere.
  • Nel profumo English Pear and Freesia di Jo Malone si fonde alla perfezione la dolcezza del frutto e la freschezza del fiore, dando vita ad un profumo che è l’essenza stessa della primavera. Nonostante il suo profumo non sia particolarmente intenso, è una delle poche colonie di questa marca che mi ha stufata facilmente e che non credo ricomprerei.
  • Igienizzante mani Vanilla Bean Noel di Bath & Body Works. Se siete in impaziente attesa degli igienizzanti mani di questo marchio americano, non continuate a leggere quanto segue perché potreste iniziare a piangere lacrime profumate xD dal momento che il mio unico aggettivo per descrivere questo prodotto è solo uno: spettacoloso. Ha un delizioso aroma di biscottini appena sfornati e lascia le mani pulite e profumate a lungo (spesso, a distanza di ore, mi sono trovata a gesticolare con le mani e ad avvertire attorno a me questo profumo goduriosissimo di biscottini appena sfornati).
  • Crema doccia rosa di Dr Hauschka (minisize). Crema detergente delicata, per nulla schiumosa, molto idratante e super profumatissima.
  • Lima per unghie di Sephora. Compro e ricompro spesso le lime di Sephora ma questa in total white proprio non mi è piaciuta dal momento che non si riesce a capire quanto sia consumata Decisamente meglio la versione classica nera e arancione.

Haircare

Processed with VSCO with f2 preset

  • La maschera ristrutturante ai semi di girasole di Maternatura è un mio must da anni da cui torno sempre piacevolmente: coccola i capelli, li ammorbidisce, non li appesantisce ed inoltre li lascia avvolti dal suo profumo di girasoli al sole. Ottima!
  • Lo shampoo all’enothera di Maternatura per me è bocciato: ogni volta che l’ho utilizzato mi ha lasciato la sensazione di cute non pulita e di lunghezze secche. Pollice verso anche per la confezione: il foro di uscita del prodotto è gigantesco e – soprattutto all’inizio – ho sprecato involontariamente il prodotto.
  • La maschera capelli all’avocado di Organic Shop non mi è dispiaciuta ma non la ricomprerei neppure. Il motivo principale è che non ha il potere di una maschera vera e propria (come quella di Maternatura poco sopra citata) ma più che altro è paragonabile ad un balsamo normale. D’altro canto ammetto che il rapporto prezzo/qualità è davvero buono (costa circa 3 euro) quindi si può provare ma senza aspettarsi miracoli.
  • L’olio solido shampoo de Il Calderone di Gaia (minisize) è ormai un mio must estivo di cui non posso più fare a meno: riesce a tenermi la cute pulita per più di 3 giorni (nonostante il sudore ed il caldo!) ed in più è comodissimo da portare con sé in viaggio. Super promossa anche la profumazione Legno di Cedro: agrumata ma non troppo, delicata e invitante.
  • Balsamo Lavanda ed Eucalipto Alkemilla (campioncino). Prima o poi mi devo decidermi a passarlo dalla wishlist al carrello perché lo trovo sempre davvero ottimo sui miei capelli con il suo effetto disciplinante ed il suo ottimo profumo.

Makeup

Processed with VSCO with f2 preset

  • Il mascara Velvet Noir Marc Jacobs rappresenta uno degli addii più tristi (ma non troppo… ho già acquistato quello nuovo 😉 ) dal momento che è il the best mascara evaH ovvero quello che mi ha fatto realizzare che anche io posso avere delle ciglia folte e lunghe e sane. Lo so che tutti i mascara promettono miracoli ma fidatevi: questo li fa davvero! Tutte le persone alle quali l’ho consigliato ancora mi ringraziano 😉 (per altre lodi vedi post precedente).
  • Il blush cremoso Dream Bouncy in Peach Satin Maybelline è uno dei prodotti più semplici da utilizzare e comodo da tenere con sè in borsetta anche se purtroppo da noi non è mai approdato. La consistenza è strana e mi ricorda il pongo, la scrivenza non è folle (indi nessuna paura di esagerare) e la durata buona. Un ottimo passepartout.
  • Il campioncino del pigmento BlueBrown di MAC è in mio possesso da anni (ANNI!) e non posso che confermare quanto si dica in giro: è spettacoloso! Uno dei colori più belli del mondo che riesce a far brillare gli occhi. Già mi manca 😦 ed anche se possiedo il suo dupe Camaleonte di Neve Cosmetics ve lo dico: provatelo e capirete che non sono uguali. Da acquistare prossimamente in formato minisize: non posso restare senza!
  • Il blush in polvere di Dr Haushka è stato a lungo uno dei miei blush invernali preferiti con il suo bellissimo colore rosa gelido. Ha una discreta pigmentazione e durata anche se si è purtroppo deteriorato velocemente e ho dovuto raschiarlo più volte. Ora è il momento di dirgli l’addio definitivo.
  • Questo rossetto liquido Rouge Edition Velvet di Bourjois in 05-Olè Flamingo! a me purtroppo non è piaciuto.  Motivo? La sua durata limitata e la sua sbavosità parziale me lo hanno fatto dimenticare in un cassetto a lungo, tanto che, in uno dei miei saltuari decluttering, ho avvertito un cambiamento del profumo ed ho preferito eliminarlo. Senza tante lacrime.
  • La matita nera Bombay Black Nabla è stato un gentile omaggio della socia ma devo dire che, nonostante tutte le opinioni super positive lette, su di me non regge e cola. Probabilmente sono l’unica mela marcia eh ma non posso che liberarmene senza problemi.
  • Anche la matita per sopracciglia Precision Eyebrows Pencil Kiko in 2-Castane Scure si è rivelata una piccola delusione. L’avevo acquistata su consiglio di diverse bloggers ma soprattutto non mi è piaciuto il suo essere temperabile: viva viva le matite per sopracciglia in versione automatica (come quelle recensite qui) che sono decisameeeeeeeeeeeente più comode e precise da utilizzare e soprattutto non ti mollano a metà di una sopracciglia :/ . Promosso invece a pieni voti il temperino in dotazione che si è dimostrato super funzionale.
  • La matita labbra Pro Longwear Pencil MAC in Kiss Me Quick ha un colore rosso leggermente freddo ed è stata una delle matite labbra più sfruttate con qualsiasi rossetto rosso in mio possesso. Nonostante la sua ottima durata sulle labbra, non so so se investirei nuovamente quasi 20 euro di matita labbra quando ce ne sono di ottime della ben più economica Kiko.
  • Endless Silky Eye Pen di Pixi (minisize).  Un’altra matita nera con una famosa nomea che su di me tende a sbavare e colare come un fiume in piena come una qualsiasi altra matita nera #crymeariver.
  • 24/7 di Urban Decay in Perversion (minisize). Per la serie matite nere terminate, diciamo ciao anche alla famosissima Perversion ovvero la matita più nera del nero. Trai punti di forza metterei sicuramente il suo colore intenso e la sua scorrevolezza su rima e/o palpebra ma trai punti deboli da segnalare il fatto che comunque cola anche lei. Eccome se cola.
Annunci

2 thoughts on “Exterminate! Agosto e Settembre 2016

  1. Ottima la crema mani della Saponaria! Ha una consistenza inusuale, però si assorbe in un nano secondo e idrata moltissimo!
    Anche a me la Bombay Black cola in rima interna, mi piace molto invece come base per il trucco occhi!

    • Sì la crema della Saponaria è ammmmore!
      Purtroppo come base occhi son affezionata ai matitoni o ai pottini cremosi ma – se mi dovesse ricapitare tra le zampe – la proverò anche così. *Giudy*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...