Most Played | Novembre 2016

Most played significa i prodotti beauty (+ 1 extra) che abbiamo più utilizzato e sfruttato questo mese, il che non vuol dire solo quelli che abbiamo amato ma anche quelli che stiamo scoprendo, quelli che abbiamo tentato (talvolta senza successo) di farci piacere, quelli che abbiamo cercato di terminare al più presto e ancora quelli che d’ora in poi non vogliamo più abbandonare.

Se volete conoscere il resto del team, fate riferimento alla creatrice del TAG ovvero miss GoldenVi0let😉

most played SIMO

Most played breve e stranamente colorato il mio. Sono stata in viaggio tutto il mese e negli anni ho imparato a viaggiare super leggera ma soprattutto, per quanto io mi porti dietro solo l’essenziale, mi rendo conto che uso ancor meno di quello che trasporto! Un esempio: il makeup. Quest’anno – dopo 3 giorni di roadtrip in Nuova Zelanda – ho abbandonato del tutto il makeup: alzarsi alle 6 del mattino per girare, partire, esplorare, mi ha fatto sentire il mio rito del trucco mattutino come qualcosa di lontano, appartenente ad una vita diversa. E quindi chissenefrega se si vede un brufolino o qualche segno di stanchezza e amen che le mie ciglia siano quasi trasparenti: jeans, felpa, un buon idratante con SPF e burrocacao. Le sperimentazioni makeuppose le ho lasciate nella bella vecchia Europa.  E quindi, dicevamo, pochi prodotti e super essenziali.

p_20161130_115735

  • Wild Ferns Manuka Honey Moisturizer SPF30. Nella patria del miele di manuka, non ho saputo resistere ad acquistare e provare qualche prodotto di skincare che sfruttasse le miracolose (antiossidanti, antibatteriche, cicatrizzanti) proprietà di questo prodotto. Wild Ferns è un marchio cruelty free che impiega in larga parte ingredienti naturali (ma non tutti i loro prodotti sono eco-bio) e soprattutto utilizza prodotti locali neozelandesi: manuka honey, lanolina, kiwi e fanghi termali. Avendo bisogno di un idratante con SPF dopo aver smesso di indossare il fondotinta che solitamente costituisce la mia fonte di protezione solare, ho scelto questo con filtri fisici ed un divino profumo di miele. E’ uno di quei prodotti cremosi e bianchi che vanno massaggiati bene bene fino a completo assorbimento ma devo dire che si è rivelato ottimo: molto idratante, protezione adeguata, pelle liscia e levigata infatti oltre ai filtri solari la crema contiene anche miele di manuka, olio di jojoba, vitamina E, etc. Insomma, un buon cocktail perfetto per il giorno.
  • Come burrocacao, ho portato con me il mio preferito in assoluto ovvero il Burt’s Bee Acai Berry. Di tutta la linea Burt’s Bees questo è secondo me il più idratante, quando lo uso con continuità non ho mai bisogno di fare scrub alle labbra e questo secondo me la dice lunga. E’ ottimo in inverno o appunto, durante i viaggi, quando si ha bisogno di avere labbra belle e idratate e protette ma non si ha tempo di fare troppa manutenzione 😉
  • Che novità, direte, ancora una volta lo shampoo solido Godiva di Lush. E sì, continua a non piacermi il fatto che la nuova formulazione sia meno profumata (e soprattutto che il suo profumo sia meno persistente) di quella precedente, ma resta il mio shampoo solido Lush preferito e finché esisterà viaggerà sempre con me ❤
  • Cosa a cui non posso rinunciare mai, sotto la doccia, in viaggio, etc., è un detergente intimo delicato e possibilmente antibatterico. La minisize di Ekos al timo si è rivelata perfetta (in realtà sono molto soddisfatta di tutte le minisize Ekos che ho portato con me). Ekos è un marchio italiano di prodotti eco-bio a prezzi davvero ragionevoli e si trova in vendita da Tigotà. Questa è la prima volta che provo uno dei loro detergenti intimi e devo dire che mi ha convinta tanto che a breve il fullsize comparirà nella mia doccia!

most played GIUDY

  • Processed with VSCO with f2 presetL’autunno per me porta con sè colori, bagni calde e soprattutto candele accese sempre e comunque. Questo mese ho bruciato a tutto spiano la favolosa Vanilla Bean di Bath and Body Works che riempie la casa dell’aroma vanigliato della pannacotta tanto da far venire l’acquolina in bocca! Non avevo mai provato le candele di questa marca americana appena approdata in Italia (ma la socia ne sapeva, eccome se ne sapeva!) e ne sono rimasta molto soddisfatta: fa una piscina enorme in pochissimo tempo, inonda la stanza di profumo e soprattutto lo lascia permanere a lungo ovvero anche dopo che è stata spenta. Ottima davvero ed esteticamente fa la sua degna figura!
  • La prima volta che lessi della spugna fine dama sbiancata Cose della Natura fu in un post di MissHaul e ne rimasi incuriosita ed allo stesso tempo un po’ inquietata: la spugna un tempo era viva… ed ora non più. A furia però di parlarne e di sentirne parlare, mi son decisa all’acquisto e da quel momento non ne ho più potuto fare a meno. Innanzitutto partiamo dal fatto che è mor-bi-dis-si-ma, una vera coccola per la pelle come nessun altra spugna (ciaone konjac); io la utilizzo sia con l’acqua micellare che per rimuovere il detergente (in questo periodo sto utilizzando quello cremoso Maternatura anche se #spoiler non mi sta facendo impazzire) e la passo tranquillamente non solo sugli occhi ma anche proprio al loro interno per rimuovere ancora più efficacemente matita e mascara. Un altro compito per cui la impiego efficacemente è la rimozione delle maschere viso: basta un attimo e riesce a rimuovere tutto, maschere super pastose come le Alkemilla comprese.
  • Sopraccigliamaniaca come sono, non ho potuto sfuggire al brow pot di Nabla nel colore Neptune, un gel in crema che dovrebbe aiutare a riempire i buchetti delle sopracciglia e definirne la forma. Da amante come sono della matita (così comoda e veloce) ci ho messo comunque poco ad abituarmi al gel dal momento che l’applicazione è risultata facile e veloce.  Per dare un aspetto meno definito e più “vissuto” mi piace aggiungerci piccoli tratti come fossero peletti disegnati con una matita sopracciglia più scura come Uranus sempre di Nabla e poi terminare il tutto con una passata di gel trasparente.
    Avviso ai naviganti: il brow pot non è pigmentatissimo e se da un lato è una fortuna perchè si può correggere facilmente, dall’altro ho notato che nel corso della giornata tende a scolorirsi leggermente.
  • Questo è decisamente il mese della pannacotta 😀 solo ora mi rendo conto di aver inserito trai prodotti più utilizzati il burro labbra di Nacomi al gusto appunto di Pannacotta 😀 Ha un profumo davvero buonissimo, per nulla artificiale, lo utilizzo la sera prima di andare a dormire (anche perchè il formato nel tollino di alluminio secondo me non è adatto ad un utilizzo fuori casa) ed al mattino ho sempre le labbra ben idratate e che non tirano. Davvero una piacevole scoperta.
  • Ne sentivo parlare da tanto ma solo ora ho potuto metterci personalmente bocca (in ogni senso 😀 ), sto parlando delle tinte labbra velvet matte di ColourPop (io posseggo i colori More Better e Notion) e devo dire che si sono rivelate esattamente come mi aspettavo: tinte molto durature dall’aspetto meravigliosamente ultra opaco. Contro? Ovviamente *sic* seccano le labbra un pochetto ma per avere un effetto “labbra di velluto” ci si può e ci si deve passare sopra.
    Io le ho acquistate sul sito ufficiale del marchio americano e sono rimasta piacevolmente sorpresa dalla spedizione dal momento che il pacchetto è arrivato in circa due settimane (attenzione però al fattore dogana 😉 ).
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...