Uniti contro il freddo

Dopo le nevicate di questo mese, ormai nessuno potrà più utilizzare la scusa di vivere nel sud-Italia rivendicandone la mitezza del clima 😛 . Siamo dunque uniti tutti insieme contro il freddo per combattere i geloni alle mani, i visi aridi e le labbra screpolate. Come?

SIMO

p_20170124_171447

Per essere originale, inizio il post sui prodotti che uso per difendermi dal freddo nominando un prodotto che NON uso 😀 Evviva la semplicità 😉 Scherzi a parte, a mie spese ho imparato che lo scrub viso è un prodotto che in inverno non devo assolutamente toccare. Basse temperature e vento freddo rendono la mia pelle ancora più delicata per cui anche uno scrub delicatissimo mi “spella” il viso. Per garantire un’esfoliazione regolare preferisco invece utilizzare prodotti a base di acido glicolico (non vedo l’ora di iniziare con la crema glicolica di Alkemilla che mi attende a casa della socia) oppure un’esfoliazione meccanica ma delicata per mezzo degli ormai classici dischetti di silicone reperibili da Sephora o Primark.

Al termine della giornata la mia pelle è più che mai bisognosa di coccole particolari e soprattutto di nutrimento, dunque la mia crema notte invernale deve essere molto molto ricca. Sto usando con immensa soddisfazione la Ultra Enriching Night Cream al miele di manuka di Wild Ferns, marchio neozelandese che usa ingredienti locali per i suoi prodotti. Questa crema è quasi densa e pastosa ma si stende facilmente e asciuga velocemente, la sua capacità dissetante e nutriente si percepisce al tatto e la mia pelle martoriata ringrazia. Il marchio non è venduto direttamente in Italia (ci sono alcuni rivenditori su Amazon.it che lo propongono a prezzi alti), ma è reperibile su Amazon.co.uk. Se trovate rivenditori migliori, fate un fischio perché sto adorando quasi tutti i loro prodotti.

La mia amica B., esperta di skincare coreana (che ne dite, le chiediamo di farci un post in cui ci illumina?), mi ha spiegato che tutta l’idratazione del mondo senza un prodotto “occlusivo”, ovvero volto a trattenere l’acqua nella pelle, non serve a molto. E’ stata infatti lei a regalarmi per Natale la meravigliosa Near Skin Water Sleeping Mask che proprio questo fa: sommerge la pelle di sostanze idratanti e le intrappola lì per tutta la notte. Non è un prodotto adatto a chi preferisce l’eco-bio (e io stessa ho storto non poco il naso prima di mettermi sul viso tutti quei siliconi, ma la spiegazione fornita mi ha convinta e mi sono detta che tanto valeva provare) ma è efficace e sta salvando la mia pelle dalla disidratazione

GIUDY

Processed with VSCO with f2 preset

Di norma in inverno le creme viso si fanno più dense e corpose, come se dovessimo indossare un maglione più pesante sulla pelle; quello che invece io ho cercato di fare è stato stratificare diversi prodotti dalle textures leggere, aggiungendo alla mia normale skincare routine un nuovo step che potremmo definire una “canottiera extra” ovvero lo spray idratante Hydrating milky mist di Pixi vaporizzato mattina e sera dopo il tonico e prima del siero e della crema viso. Lo so che può sembrare un processo lungo e noioso ma ho riscontrato diversi benefici ovvero l’assenza di punti disidratati e screpolati (ne sono soggetta soprattutto nella zona delle guance) e contemporaneamente la mancanza di lucidità nella zona T perchè ricordiamo che ho una pelle mista, anche in inverno.
Questo prodotto in spray a base di acido ialuronico ha un colore latteo e, una volta vaporizzato, si asciuga molto velocemente nonostante vanti un’efficacia idratante pari a quella di una crema vera e propria, sicuramente un prodotto interessante che sarei curiosa di provare anche in estate al posto della crema stessa.

Non solo il viso, idratare intensamente il contorno occhi per me è prioritario sempre ma specialmente cerco di riempirlo di cure in inverno quando il freddo ed il vento tendono a seccarlo molto più facilmente. Per ovviare il problema, amo utilizzare la crema contorno occhi antirughe  di Biofficina Toscana, uno dei miei prodotti must have che compro a più riprese e che ogni volta mi ritrovo ad amare.
Anche se ho provato ad utilizzare con soddisfazione questa crema anche durante il giorno specialmente durante le giornate più fredde, preferisco utilizzarla la sera prima di andare a dormire tamponandola generosamente sulla zona del contorno occhi e la mattina dopo al mio risveglio sento che la zona è ben idratata e non appiccicosa. Alla fine torno sempre da lei… e faccio bene.

Inverno = pigrizia e accidia. E’ a causa di questo mood che proprio durante i mesi in cui la pelle ha più necessità di idratazione anche sul corpo, la mia mancanza di voglia si fa sentire e tendo a trascurarla ignorando i millemila barattoli di creme che stazionano sulle mensole del bagno. Per ovviare a questo problema, trovo comodissimo il balsamo corpo di Lush, un prodotto da applicare post sapone/bagnoschiuma che va massaggiato sulla pelle umida e poi risciacquato. Minima spesa, massima resa: il tempo di massaggio del balsamo sul corpo è davvero breve e la pelle dopo risulta morbida e profumata come se avessi applicato un fluido corpo.
Io attualmente sto utilizzando la variante  Christingle acquistata coi saldi ma se non amate il contrasto freddo/caldo (è a base di menta piperita e fa venire proprio i brividi 😀 ) ve la sconsiglio, meglio invece ripiegare sul classico Ro’s Argan-Regina di Rose oppure sul fruttato African Paradise.

Annunci

One thought on “Uniti contro il freddo

  1. Pingback: Exterminate! Marzo 2017 | Big Dreams on a Budget

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...