Most Played | Gennaio 2017

Most played significa i prodotti beauty (+ 1 extra) che abbiamo più utilizzato e sfruttato questo mese, il che non vuol dire solo quelli che abbiamo amato ma anche quelli che stiamo scoprendo, quelli che abbiamo tentato (talvolta senza successo) di farci piacere, quelli che abbiamo cercato di terminare al più presto e ancora quelli che d’ora in poi non vogliamo più abbandonare.

Se volete conoscere il resto del team, fate riferimento alla creatrice del TAG ovvero miss GoldenVi0let😉

most played SIMO

p_20170208_111908

Da quando l’ho acquistata, o forse dovrei meglio dire, da quando l’ho composta, sto usando ogni santo giorno solo e soltanto lei: la Liberty Twelve di Nabla con dentro le nuove cialdine della collezione Goldust. La palettina è meravigliosa, decorata in stile Art Noveau, e arriva in un periodo della mia vita in cui sono ossessionata con gli stili decorativi di inizio Novecento: non potevo lasciarmela scappare (e poi non avevo nessuna Liberty Twelve e andavo in giro con 3 palettine mignon). Le cialde più usate della collezione sono state decisamente Paprika e Ludwig, con l’aggiunta di Desire della vecchia collezione Artika. Adoro la sfumabilità degli ombretti Nabla e le loro colorazioni: abbastanza originali da non risultare noiose, ma non troppo eccentriche da non essere adatte al mio gusto quotidiano.

p_20170208_112020

Sulle labbra il colore del mese è stato il berry, senza dubbio: alternando D for Danger di MAC, nei giorni in cui avevo voglia di qualcosa di più deciso, e Arabesque di Nabla, decisamente più bon ton e dimesso, sono riuscita a non farmi mancare mai una punta di lampone sul viso. Come ho potuto aspettare così tanto ad aquistare rossetti in questa tonalità? (p.s. se dovessi scegliere tra i due, prenderei assolutamente il MAC, se non altro perché più vibrante e matte)

Gennaio è forse il mese in cui la mia routine di skincare ha raggiunto virtuosismi impensabili. Ve ne parlerò in futuro, se vi interessa, ma per ora lasciatemi dire che un prodotto scoperto questo mese, e che sto usando mattina e sera con enorme soddisfazione è il siero per occhi (ebbene sì, un siero specifico solo per la zona perioculare, perché non ci facciamo mancare nulla) Manuka Honey Active Repair Eye Serum di Wild Ferns. Anche questo acquistato in viaggio di nozze in Nuova Zelanda sperando che potesse portare sollievo e ulteriore idratazione alla mia pelle “invernale”, solitamente sottile e sensibile. Missione compiuta: questo siero leviga e idrata a fondo senza appesantire. Da quando lo uso mi sembra anche che la pelle delle mie palpebre sia molto più elastica (la differenza quando mi trucco è enorme). Richiede un po’ di pazienza nell’applicazione perché va picchiettato, lasciato assorbire e solo poi si può applicare il normale contorno occhi. Uno step in più che vale totalmente la pena.

Ho acquistato il Cleanse Off Oil/Tranquil di MAC in minisize lo scorso anno. Lo avevo provato in negozio per struccare le labbra, me ne ero innamorata e lo avevo preso. Salvo poi non usarlo mai. Questo mese, complice il mascara waterproof più waterproof/wateresistant/ e impossibile-da-struccare-se-non-con-olio che esista, ho dovuto rispolverarlo e: amore! Uso tre erogazioni si questo olio massaggiandole sul viso asciutto. Rimuove perfettamente tutto il trucco (compreso il mascara), si sciacqua e non lascia traccia untuosa sul viso. Unico difetto: il costo. In Italia, la full size costa ben 39 (sì, trentanove!!!) euro. Per qualche strano motivo in Belgio mi costerebbe “solo” 29. Ora che sta quasi per finire vorrei riprenderlo, ma sono davvero combattuta visto il costo. Tra l’altro non riesco a capire come ragionino su questi prezzi da MAC: la travelsize costa 10 euro per 50ml, la fullsize 40 euro (o 30 a seconda del paese) per 150ml. In Italia converrebbe comprare 3 minisize per avere la stessa quantità di prodotto a 10 euro in meno. Qui in Belgio, è sostanzialmente uguale. Resta che 30 euro per 150ml di prodotto sono davvero tanti. (ok, polemica finita)

Infine, la vera costante di questo inverno: il tartan. Quando la temperatura scende, io inizio a indossare in modo compulsivo stoffe scozzesi. Sono l’unica? Mi piace lo stile classico del tessuto e le combinazioni di colore sono calde e prettamente invernali. Non ne esco 😀

p_20170208_114112

most played GIUDY

Processed with VSCO with f2 preset

Da utilizzatrice da sempre di saponi solidi, devo ammettere che sono rimasta piacevolmente stupita dal sapone liquido per le mani di Bath and Body Works: deterge le mani con una coccola schiumosa, non è aggressivo, lascia le mani idratate e le profuma a lungo. Niente a che vedere coi classici saponi liquidi che si incontrano nei bagni di uffici e ristoranti!
Aggiungiamo al tutto che le etichette dei prodotti B&BW sono una più meravigliosa dell’altra, il sapone che sto utilizzando al momento (London, n.d.a.) ritrae una Londra avvolta dai fiocchi di neve ed ogni volta che lo utilizzo mi immergo in un mondo parallelo che mi trasporta come per magia nella terra di Harry Potter.

Il blush di Marc Jacobs nel colore Tantalizing fa quasi paura: è un berry mooooolto intenso e freddo di cui temevo l’effetto macchia una volta applicato sulle gote, invece devo ammettere che il prodotto non è eccessivamente pigmentato e vi attingo senza il timore dell’effetto-Heidi 😀 . Il prodotto si sfuma molto bene e ha una durata straordinaria ovvero rimane intatto sulla pelle da mattina a sera. Davvero un peccato lo stiano ritirando dal mercato, anche se questa si è rivelata per me una piccola fortuna dal momento che me lo sono accaparrato coi saldi di Sephora con soli 10 euro (costo iniziale: 30!).

Sono vittima della blushite acuta e questo mese ho utilizzato tantissimo anche il blush Love at firts blush di Soap & Glory (ve lo avevo già mostrato in tutta la sua bellezza nel mio haul londinese): bellissimo esteticamente con la sua girandola colorata ma davvero pochissimo pigmentato tanto che, applicato in solitaria, non si nota neppure… e vi ricordo che io sono bianca come un foglio di carta! Proprio per questo motivo, ho iniziato ad utilizzarlo come “topping” su altri blush – tra cui soprattutto il Marc Jacobs sopra citato – e così impiegato riesco a trovargli un senso: dona alle guance una leggera luminosità e satinatura senza scadere nell’effetto discoball da classico illuminante.

Processed with VSCO with f2 presetIl relax e la pace dei sensi per me profumano di Sleepy cheppoi è il medesimo profumo di Twilight (bagnoschiuma e bomba da bagno) ovvero lavanda con una punta dolcina vanigliata. Insomma, ho decisamente una dipendenza olfattiva da questa crema corpo Lush che è morbida ed idratante ed è perfetta (per-fet-ta-!) da utilizzare prima di andare a dormire perchè ti culla con le sue note rasserenanti e ti conduce direttamente tra le braccia di Morfeo ❤ .

Processed with VSCO with f2 presetExtra del mese è la mia nuova borsa Furla in pelle di saffiano: lo so che può sembrare eccessivamente classica ma avevo proprio bisogno di una borsa passepartout non eccessivamente ingombrante, da utilizzare quotidianamente, che fosse sfruttabile anche la sera ma risultasse comunque comoda e maneggevole . E questa lo è, anche grazie al fatto che possiede sia i manici per essere portata a mano che soprattutto una lunga tracolla (posso aprire una parentesi nella quale mi domando perchè siano state abolite le tracolle lunghe in favore di quelle corte da spalla?!). Insomma, si presta a vari utilizzi e poi è Furla.
Ovviamente – chevvelodicoaffà – era tipo uno dei pochi articoli NON in saldo esposti in negozio *lol* ma rimane un acquisto azzeccato e ne sono super soddisfatta.

Annunci

4 thoughts on “Most Played | Gennaio 2017

  1. Borsa Furla…. io le amo… un sogno da anni!! che modello è la tua? 🙂
    e poi, amo gli ombretti Nabla… bellissima palette!!!

  2. Oddio quel Marc Jacobs è bellissimo mannaia a lui..Su altre note, dovrò recuperare d for danger anche se fuori stagione per me..ah e per l’olio struccante prova the body shop simo! Io lo adoro e decisamente costa meno! Mi pare 11euro in Olanda. .Qui in America 22 quindi no hahajah

    • Proverò quello di Body Shop allora. Ad ogni modo ho pensato di prendere nuovamente la minisize di quello MAC e di sperare di trovare poi la fullsize in aeroporto al duty free. La caccia all’olio struccante ha inizio!
      Ah, D for Danger è bellissimo. Se ti può consolare non ho praticamente makeup in stagione: ho composto una palettina che va bene per te, e io temo di aggirarmi dalle parti dell’estate, vedi te 😀

  3. Tartan mio amore! ❤
    Confermo sul sapone B&BW, per ora ho fatto solo una prova campioncino, ma tornerò sicuramente e a prenderne una confezione normale ^_^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...